La Rete

LA RETE DIGITALE PUÒ ESSERE UN LUOGO RICCO DI UMANITÀ, NON UNA RETE DI FILI MA DI PERSONE UMANE.
Papa Francesco

BENVENUTO

BENVENUTO E GRAZIE PER IL TEMPO CHE DEDICHI A QUESTO BLOG. MI FA DAVVERO PIACERE CHE TU SIA QUI CON TUTTE LE SCELTE POSSIBILI CHE INTERNET OFFRE OGGI. SENTITI LIBERO DI CONDIVIDERE E COMMENTARE. I TUOI COMMENTI ARRICCHIRANNO IL BLOG E CHIUNQUE PASSERÀ DI QUA. SE LO DESIDERI PUOI ANCHE SCRIVERMI UTILIZZANDO
Il Modulo di Contatto Blog O SCRIVENDO A
sinforosacastoro@gmail.com

AGORÁ

AGORÁ. È L'ANIMO CHE DEVI CAMBIARE NON IL CIELO SOTTO CUI VIVI. L.A.Seneca.

GRAZIE PER L'ATTENZIONE

martedì 29 aprile 2014

Nel buio del teatro

Teatro. Le luci si abbassano, si fa buio. Carlo, un treenne seduto nella poltroncina davanti a me, incomincia a "miagolare":
«Maestra, maestraaa, voglio mia mamma».
«Vuoi venire in braccio a me?».
«No, voglio mia mamma».
«Non devi avere paura, adesso vedrai che bello!».
«Ma no, non è bello. E adesso cosa fa, quello lì?».
«Vedrai che meraviglia».
Si zittisce e incomincia a provare curiosità: allunga il collo, si mette in ginocchio, io lo tengo per la maglietta, ma è solo per poco, riprende: «Ma io voglio mia mamma, voglio mia mamma-a-a e VOGLIO ANCHE MIO... ».
«Sssst! Non puoi gridare così».
«Voglio anche mio papà». Dice in un sussurro, però si rimette a guardare.
Lo spettacolo continua. Gli altri bambini applaudono e partecipano a modo loro alle magie che avvengono sul palcoscenico. Carlo è tutt'occhi, poi si gira, mi afferra la mano: «Voglio il ciuccio. Voglio mia mamma. Voglio andare a casa».
«Ma guarda che belle cose che fa».
«E adesso cosa fa?... E guarda attentamente e sorride. E adesso?... E applaude. E adesso cosa fa? Guarda, maestra, cosa fa! Che belle».
... Lo spettacolo finisce. Le luci si riaccendono e Carlo grida: «Perché è finito? È stato! Però adesso andiamo a casa?» e si mette in fila prima di tutti gli altri.
«Amiciii... » fa, guardandosi in giro con fare spavaldo «... adesso andiamo sul pulmino e andiamo a casa, neh che andiamo a casa, maestra?».
«Sì, Carlo, adesso andiamo» e ci incamminiamo.



sinforosa castoro

2 commenti:

  1. ahahahaha!! i tuoi post mi mettono come al solito allegria!
    un bacione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero che è forte?
      Un abbraccio
      sinforosa

      Elimina

GRAZIE PER AVER LETTO QUESTO POST.
SE TI FA PIACERE COMMENTA, SUGGERISCI, CRITICA.
OGNI COMMENTO È BEN ACCETTO E ARRICCHISCE IL BLOG.

ULTIMI COMMENTI