La Rete

LA RETE DIGITALE PUÒ ESSERE UN LUOGO RICCO DI UMANITÀ, NON UNA RETE DI FILI MA DI PERSONE UMANE.
Papa Francesco

BENVENUTO

BENVENUTO E GRAZIE PER IL TEMPO CHE DEDICHI A QUESTO BLOG. MI FA DAVVERO PIACERE CHE TU SIA QUI CON TUTTE LE SCELTE POSSIBILI CHE INTERNET OFFRE OGGI. SENTITI LIBERO DI CONDIVIDERE E COMMENTARE. I TUOI COMMENTI ARRICCHIRANNO IL BLOG E CHIUNQUE PASSERÀ DI QUA. SE LO DESIDERI PUOI ANCHE SCRIVERMI UTILIZZANDO
Il Modulo di Contatto Blog o SCRIVENDOMI A QUESTO INDIRIZZO DI POSTA ELETTRONICA
sinforosacastoro@gmail.com

AGORÁ

AGORÁ. È L'ANIMO CHE DEVI CAMBIARE NON IL CIELO SOTTO CUI VIVI. L.A.Seneca.

GRAZIE PER L'ATTENZIONE

lunedì 12 maggio 2014

Riconosco la voce della maestra

Nel Vangelo di ieri il Signore ci ricorda quanto sia importante saper riconoscere la Sua voce, la voce del Pastore.
Sì, perché il Signore Gesù non è pastore di una massa di pecore, bensì Pastore di ciascuna delle pecore, tanto che ogni pecora riconosce la Sua voce.
Mi è venuto spontaneo associare questa Parola di vita a noi insegnanti.
Proviamo a riflettere: noi ci sentiamo insegnanti di una classe/sezione/gruppo di allievi o di ogni singolo allievo?
I nostri allievi, ciascuno, sanno riconoscere la nostra voce?
Solo se risponderemo positivamente a queste domande stiamo andando nella giusta direzione, altrimenti, insegnanti di ogni ordine e grado, rimbocchiamoci le maniche e diamoci da fare.




sinforosa castoro

10 commenti:

  1. Ciao maestra, voglio ringraziarti per essermi vicina in questo percorso.
    Un abbraccio
    Xavier

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Xavier, tutti abbiamo capito quanto tu sia forte e speciale, soprattutto in questo pezzo di strada tortuosa che devi percorrere. Sono felice di sapere che accanto a te ci sono i tuoi amori grandi. Vorrei, e vorremmo tutti, poter fare qualcosa per te, ma, purtroppo, sei solo tu che devi combattere questa battaglia.
      L'unica cosa che posso fare è affidarti, ogni giorno, nelle mani coccolose del Signore.
      Un abbraccio
      sinforosa

      Elimina
  2. Mi trovi perfettamente d'accordo con quanto scrivi in questo post.
    Se tutti gli insegnanti si ponessero questi quesiti, avremmo un corpo insegnanti migliore e sicuramente bambini e ragazzi più preparati.

    Come scritto su Google+...ti ribadisco che è davvero bello il tuo blog.
    Mi iscrivo così da venire a leggerti ogni tanto.

    Ciao e buona serata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benarrivato, Pino e grazie per le belle parole che spendi per il mio blog, non ti nascondo che fa sempre piacere... piacere.
      Hai ragione, se ciascun insegnante si ponesse queste domande avremmo insegnanti migliori. Ma, poiché chi serve la Parola poi deve anche nutrirsi di questa parola... Sinforosa, i tuoi bambini riconoscono la tua voce?
      Ciao e a presto
      sinforosa

      Elimina
  3. La tua voce la riconosceranno dovunque mia cara....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei troppo generosa, Nella, tuttavia, in tutta coscienza e senza presunzione, penso che sì, i miei bambini la riconoscono.
      Un abbraccio
      sinforosa

      Elimina
  4. L'allievo riconosce la voce del maestro quando questi tra tutte riconosce quella di ogni allievo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ben detto, Giovanni, ben detto. Dovrebbe essere proprio così.
      Tutti sappiamo che se la nostra voce è riconosciuta è perché a nostra volta sappiamo riconoscere quella di ogni singolo allievo. Tuttavia, poiché non si finisce mai di essere insegnati, dobbiamo sempre porci questa domanda per, eventualmente, correggere il tiro.
      Ciao
      sinforosa

      Elimina
  5. sono sicura che sei un insegnante bravissima
    da quando ti conosco anche io ho imparato a seguire la tua...voce
    i tuoi post mi piacciono moltissimo e mi insegnano tante cose
    baci Valeria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dai, non esagerare, mi fai arrossire.
      No, non sono bravissima, sono una maestra come tante. Diciamo che con i "miei" bambini ho un rapporto diretto, sincero, schietto, che amo parlare e parlare con loro, farli ragionare e riflettere e approfondire, costruire, creare, ballare e raccontare e... insomma, faccio tutto con passione, tutto qua e loro mi vengono dietro, anche quando li rimprovero, sia chiaro.
      Ciao Valeria, tu sì che sei davvero speciale.
      sinforosa

      Elimina

GRAZIE PER AVER LETTO QUESTO POST.
SE TI FA PIACERE COMMENTA, SUGGERISCI, CRITICA.
OGNI COMMENTO È BEN ACCETTO E ARRICCHISCE IL BLOG. TUTTI I COMMENTI SARANNO PUBBLICATI.