La Rete

LA RETE DIGITALE PUÒ ESSERE UN LUOGO RICCO DI UMANITÀ, NON UNA RETE DI FILI MA DI PERSONE UMANE.
Papa Francesco

BENVENUTO

BENVENUTO E GRAZIE PER IL TEMPO CHE DEDICHI A QUESTO BLOG. MI FA DAVVERO PIACERE CHE TU SIA QUI CON TUTTE LE SCELTE POSSIBILI CHE INTERNET OFFRE OGGI. SENTITI LIBERO DI CONDIVIDERE E COMMENTARE. I TUOI COMMENTI ARRICCHIRANNO IL BLOG E CHIUNQUE PASSERÀ DI QUA. SE LO DESIDERI PUOI ANCHE SCRIVERMI UTILIZZANDO
Il Modulo di Contatto Blog O SCRIVENDO A
sinforosacastoro@gmail.com

AGORÁ

AGORÁ. È L'ANIMO CHE DEVI CAMBIARE NON IL CIELO SOTTO CUI VIVI. L.A.Seneca.

GRAZIE PER L'ATTENZIONE

sabato 27 settembre 2014

E se mi viene l'infarto?

Ho rivisto la mamma di un mio alunno che ormai ha finito la Primaria. A dire il vero non l'ho trovata in gran forma, anzi.
«Sono giù, Sinforosa, ho paura che mi venga un infarto». Queste sono state le sue parole alla mia domanda su come stava, fatta più per circostanza, perché era evidente che non stava bene. Ho cercato di capire il perché di quella sua irrazionale paura e ho cercato anche di rincuorarla, ho puntato anche sul fatto che la sua paura, irrazionale, ripeto, poteva in qualche modo influire sui suoi figli, uno dei quali ancora piccolo.
«Lo so, lo so, ma se poi mi viene l'infarto? Non esco più, sto sempre a letto, non mi va di fare niente perché sento subito il cuore che sembra un tamburo».
Abbiamo parlato ancora per dieci minuti nei quali le ho consigliato di parlarne a cuore aperto col suo medico di fiducia e poi ci siamo lasciate. Mi dispiace tanto per questa mamma che si è sempre spesa alla grande per la sua famiglia e per i suoi figli. Purtroppo, tutti noi oggigiorno abbiamo paure: espresse e non espresse, reali o presunte. Quante paure, tante, troppe. Che sia l'elevata e immediata comunicazione di tutti i mali del mondo che ci bombarda in ogni secondo della giornata? In pratica, tristezze, brutture e orrori del mondo in diretta per noi 24 ore su 24. E voi, di cosa avete paura?







sinforosa castoro

4 commenti:

  1. Paure? Mille e mille ancora.... ma se diamo peso a tutto ci spariamo!
    Bisogna cercare di farsi coraggio e forza e andare avanti, gurdare dritto davanti a sè....
    Non dobbiamo lasciarci dominare dalle paure a mmeno che non ci sia un motivo veramente valido. Anche in quel caso, però.... mai arrendersi senza rendergliela dura sta vittoria!
    Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come hai ragione Patricia. Più la vita va avanti e più ci sono timori-paure che ci assillano. Come dici tu, però, la cosa importante è guardarle in faccia, 'ste paure, e cercare di affrontarle a testa alta, con coraggio, determinazione e soprattutto con anche un po' di leggerezza, perché no.
      Un abbraccio mia cara
      sinforosa

      Elimina
  2. Ciao Sinforosa,
    mi dispiace per questa mamma, che sicuramente si sentirà così per un periodo di forte stress e depressione; speriamo che si riprenda.
    La mia, a dire il vero, è una paura molto fondata e per niente irrazionale: ho paura di non riuscire a laurearmi.... e, anzi, a questo proposito e per scongiurarla, ti mando un bacione e torno a studiare. A presto
    Poiana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per le tue belle parole di incoraggiamento per la mamma di Federico. Anch'io, come te, mi auguro che sappia tirarsi su. Ora, passando alla tua paura, mia cara giovane Poiana, non temere, certo che riuscirai a laurearti, perché mai non dovresti? Sei giovane, intelligente, motivata, magari ci metterai un po' più di tempo, ma che importa, alla fine la tua volontà avrà il sopravvento e tu sarai una laureata. Ricordati che sei ancora in quella magnifica età in cui tutto è possibile perché tutto dipende da te.
      In bocca la lupo per i tuoi studi
      un abbraccione
      sinforosa

      Elimina

GRAZIE PER AVER LETTO QUESTO POST.
SE TI FA PIACERE COMMENTA, SUGGERISCI, CRITICA.
OGNI COMMENTO È BEN ACCETTO E ARRICCHISCE IL BLOG.