La Rete

LA RETE DIGITALE PUÒ ESSERE UN LUOGO RICCO DI UMANITÀ, NON UNA RETE DI FILI MA DI PERSONE UMANE.
Papa Francesco

BENVENUTO

BENVENUTO E GRAZIE PER IL TEMPO CHE DEDICHI A QUESTO BLOG. MI FA DAVVERO PIACERE CHE TU SIA QUI CON TUTTE LE SCELTE POSSIBILI CHE INTERNET OFFRE OGGI. SENTITI LIBERO DI CONDIVIDERE E COMMENTARE. I TUOI COMMENTI ARRICCHIRANNO IL BLOG E CHIUNQUE PASSERÀ DI QUA. SE LO DESIDERI PUOI ANCHE SCRIVERMI UTILIZZANDO
Il Modulo di Contatto Blog o SCRIVENDOMI A QUESTO INDIRIZZO DI POSTA ELETTRONICA
sinforosacastoro@gmail.com

AGORÁ

AGORÁ. È L'ANIMO CHE DEVI CAMBIARE NON IL CIELO SOTTO CUI VIVI. L.A.Seneca.

GRAZIE DELL'ATTENZIONE

mercoledì 1 aprile 2015

Gesù muore

... (Segue).
 «Sì, dopo Gesù va a pregare, era nell'orto, ma non come quello di mio nonno, lì c'erano tutti gli alberi, quelli dell'oliva... ».
«Degli ulivi».
«Sì, degli ulivi e poi c'aveva tutto il sudore che erano tutte le gocce di sangue e poi i suoi amici si addormentano e lui era da solo, poverino!».
«Sì, ma poi vengono i soldati con le lance».
«No, prima il suo amico ci dà il bacio, sulla guancia».
«Sì, ma dopo i soldati lo arrestano e ci legano le mani».
«No le mani, ci legano i polsi».
«Sì, lo so, i polsi, e lo portano da quello che ci fa tutte le domande e lui dice che è il figlio di Dio e allora tutti gridano che deve ucciderlo».
«Prima, però, chiede se deve liberarlo o no e tutti gridano "uccidilo, uccidilo" allora lui dice ai soldati che devono ucciderlo e allora va».
«Si ma non va subito sul monte, ne maestra che prima ci mettono le spine in testa?».
«Sì, hai ragione, gli fanno una corona di spine e gliela mettono in testa».
«Poi però gli danno il palo di legno, quello così perché l'altro era già sul monte».
«È vero, bambini, i pali verticali, quelli in piedi, erano già conficcati nel terreno e loro portavano solo quello orizzontale, quello così».
«Poi quando arrivano sul monte lo inchiodano alla croce».
«Quelli cattivi. Io se ero lì ci davo dei pugni così».
«No, non si danno i pugni. Pensate che invece Gesù li ha perdonati! Andiamo avanti alla storia».
«Eh, e dopo lui prega suo papà, Dio Padre, e poi viene tutto il cielo nero e anche il terremoto e poi muore e poi lo mettono nella tomba, che però è come una grotta».
«E non hai detto che sua mamma piangeva».
«E, lo so, anche i suoi amici piangevano, tutti, i soldati no, però... ». (Continua)










sinforosa castoro

2 commenti:

  1. Risposte
    1. Grazie Vivy e tanti cari auguri di buona e santa Pasqua a te e a tutta la tua famiglia.
      Un abbraccio
      sinforosa

      Elimina

GRAZIE PER AVER LETTO QUESTO POST.
SE TI FA PIACERE COMMENTA, SUGGERISCI, CRITICA.
OGNI COMMENTO È BEN ACCETTO E ARRICCHISCE IL BLOG. TUTTI I COMMENTI SARANNO PUBBLICATI.

ULTIMI COMMENTI