La Rete

LA RETE DIGITALE PUÒ ESSERE UN LUOGO RICCO DI UMANITÀ, NON UNA RETE DI FILI MA DI PERSONE UMANE.
Papa Francesco

BENVENUTO

BENVENUTO E GRAZIE PER IL TEMPO CHE DEDICHI A QUESTO BLOG. MI FA DAVVERO PIACERE CHE TU SIA QUI CON TUTTE LE SCELTE POSSIBILI CHE INTERNET OFFRE OGGI. SENTITI LIBERO DI CONDIVIDERE E COMMENTARE. I TUOI COMMENTI ARRICCHIRANNO IL BLOG E CHIUNQUE PASSERÀ DI QUA. SE LO DESIDERI PUOI ANCHE SCRIVERMI UTILIZZANDO
Il Modulo di Contatto Blog o SCRIVENDOMI A QUESTO INDIRIZZO DI POSTA ELETTRONICA
sinforosacastoro@gmail.com

AGORÁ

AGORÁ. È L'ANIMO CHE DEVI CAMBIARE NON IL CIELO SOTTO CUI VIVI. L.A.Seneca.

GRAZIE PER L'ATTENZIONE

sabato 4 aprile 2015

Il Risorto

... (Segue).
«Anche quando è nato è nato in una grotta, ne?».
«Hai ragione, Gesù ha cominciato la sua vita in una grotta e quando è morto lo hanno messo in una grotta. Ma è rimasto sempre li?».
«No-o».
«Cos'è successo il giorno di Pasqua?».
«Che andavano alla grotta per portare tutto il profumo perché dovevano mettercelo sul corpo e c'era la pietra, quella grossa e allora dicevano "chi ci aiuta a spostarla?", perché era pesante, e poi c'erano i soldati, perché lui aveva detto che ritornava vivo e allora il comandante ha detto "state lì e così se qualcuno porta via il corpo voi ci date una spadata e così loro non lo portano via"».
«E, però non l'hanno portato via, ne?».
«Sì lo so, aspetta un momento, poi quando arrivano dove c'era la grotta la grotta era aperta e dentro non c'era più Gesù, c'era solo il lenzuolo, era lì, tutto piegato, e allora loro credono che qualcuno l'ha portato via e così piangono e poi invece lo vedono. Era vivo. E lui dice di andare dai suoi amici a dire che lui è risorto e loro vanno.».
«Bravissimo e bravissimi tutti. Ecco bambini, Pasqua significa passaggio e Gesù è passato dalla morte alla vita, a una vita dove non si muore più, e come è successo a lui succederà anche a noi. Un giorno, dopo che saremo morti e la nostra anima sarà andata in cielo, anche il nostro corpo ritornerà vivo, come il corpo di Gesù, e allora staremo tutti insieme, per sempre e non moriremo mai più».
(Lui ha tre anni e mezzo): «Ahhh... sì?».
«Sì».
Tutti battono le mani, fra poco cominceranno a realizzare meravigliose rappresentazioni grafiche.
(Gruppo di bambini e bambine di tre anni e mezzo/quattro anni e mezzo).



Buona Pasqua a tutti voi, cari lettori e lettrici, buona e serena Pasqua.


sinforosa castoro

Nessun commento:

Posta un commento

GRAZIE PER AVER LETTO QUESTO POST.
SE TI FA PIACERE COMMENTA, SUGGERISCI, CRITICA.
OGNI COMMENTO È BEN ACCETTO E ARRICCHISCE IL BLOG. TUTTI I COMMENTI SARANNO PUBBLICATI.