La Rete

LA RETE DIGITALE PUÒ ESSERE UN LUOGO RICCO DI UMANITÀ, NON UNA RETE DI FILI MA DI PERSONE UMANE.
Papa Francesco

BENVENUTO

BENVENUTO E GRAZIE PER IL TEMPO CHE DEDICHI A QUESTO BLOG. MI FA DAVVERO PIACERE CHE TU SIA QUI CON TUTTE LE SCELTE POSSIBILI CHE INTERNET OFFRE OGGI. SENTITI LIBERO DI CONDIVIDERE E COMMENTARE. I TUOI COMMENTI ARRICCHIRANNO IL BLOG E CHIUNQUE PASSERÀ DI QUA. SE LO DESIDERI PUOI ANCHE SCRIVERMI UTILIZZANDO
Il Modulo di Contatto Blog o SCRIVENDOMI A QUESTO INDIRIZZO DI POSTA ELETTRONICA
sinforosacastoro@gmail.com

AGORÁ

AGORÁ. È L'ANIMO CHE DEVI CAMBIARE NON IL CIELO SOTTO CUI VIVI. L.A.Seneca.

GRAZIE PER L'ATTENZIONE

giovedì 30 luglio 2015

Una storia di discriminazione, guerra, pace e amore: Zang Zang

In questo torrido luglio una storiella per i più piccoli, che farà bene anche ai più grandi. Lui è un minuscolo libriccino, illustrato, di poche pagine, ma di grande contenuto.
Si intitola ZANG ZANG di David McKee. Quadragono Libri e ai bambini è piaciuto molto, tanto che lo hanno illustrato, hanno analizzato il testo, lo hanno drammatizzato e via dicendo.



Una volta tutti gli elefanti del mondo erano bianchi o neri.

e andavano d'accordo con tutte le creature, ma tra di loro si odiavano: gli elefanti bianchi non potevano soffrire quelli neri e viceversa.

Così ognuno se ne stata dalla sua parte di giungla, bianchi di qua e neri di là.










Un giorno gli elefanti neri decisero di uccidere gli elefanti bianchi, proprio mentre i bianchi decidevano di uccidere quelli neri.


Allora gli elefanti delle due parti che amavano la pace andarono a vivere nel profondo della giungla nera. E nessuno li vide più.



Scoppiò la guerra. Zang! Zang!



La battaglia infuriava sempre più. Zang! Zang!



 E i combattimenti continuavano

Fin quando tutti gli elefanti, quelli bianchi e quelli neri, caddero morti.


Per anni non si videro più elefanti nel mondo. Finché un giorno, i pronipoti degli elefanti che amavano la pace uscirono dalla giungla. Erano tutti grigi.


Da allora gli elefanti sono sempre vissuti in pace.
















Solo di recente, quelli con le orecchie piccole hanno incominciato a guardare in modo alquanto strano quelli con le orecchie grandi. E viceversa.




sinforosa castoro

8 commenti:

  1. Complimenti alle maestre per l'insegnamento.
    Complimenti ai bambini per tutto il lavoro che hanno svolto. I disegni sono stupendi e credo che la drammatizzazione lo srà stata altrettanto.
    Utile anche ai grandi? Eccome! Sono i grandi che hanno idee sbagliate e contaminano quelle dei più piccini.
    Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pensa che ho acquistato questo minuscolo librino su una bancarella al mare, in Liguria, nel lontano 1985. Mi aveva catturato per il suo semplice e corposo contenuto. I bambini ne sono stati affascinati.
      Ciao
      sinforosa

      Elimina
    2. Ciao Sinforosa,
      molto bella la storia ma soprattutto importante e attuale.
      Ciao e buon pomeriggio!

      Elimina
    3. L'ignoranza che detta la paura, il timore, la riserva verso il "diverso" c'è sempre stata e sempre, purtroppo, ci sarà, perché l'uomo è quello che è.
      L'importante è rispettare tutti e prendere il bello e il buono che abita in tutti e poi, perché no, del "diverso" ci si può innamorare, io ne so qualcosa, credimi.
      Ciao ciao
      sinforosa

      Elimina
  2. quanto è bella questa storia, che bisognerebbe far leggere anche hai grandi....
    dovremo imparare ad ascoltare di più i bambini... questi disegni sono splendidi... dovresti racchiuderli in un libricino da fotocopiare e dare hai genitori
    brava maestra sinforosa un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, nella sua essenzialità è davvero bella. Pensa che abbiamo fatto una mostra, su questo argomento: un vero successo.
      Grazie e buona domenica
      sinforosa

      Elimina
  3. VERAMENTE COMPLIMENTI! I BAMBINI DOVREBBERO ESSERE ABITUATI COSÌ AD UNA COSA COSÌ IMPORTANTE MA COSI SEMPLICE... BASTEREBBE SOLAMENTE AMORE AMORE E ANCORA AMORE!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È davvero una semplice e profonda storia che ai bimbi piace tanto e che li introduce al ragionamento delle differenze come valore e non come motivo per farsi guerra.
      Ciao e grazie
      sinforosa

      Elimina

GRAZIE PER AVER LETTO QUESTO POST.
SE TI FA PIACERE COMMENTA, SUGGERISCI, CRITICA.
OGNI COMMENTO È BEN ACCETTO E ARRICCHISCE IL BLOG. TUTTI I COMMENTI SARANNO PUBBLICATI.