La Rete

LA RETE DIGITALE PUÒ ESSERE UN LUOGO RICCO DI UMANITÀ, NON UNA RETE DI FILI MA DI PERSONE UMANE.
Papa Francesco

BENVENUTO

BENVENUTO E GRAZIE PER IL TEMPO CHE DEDICHI A QUESTO BLOG. MI FA DAVVERO PIACERE CHE TU SIA QUI CON TUTTE LE SCELTE POSSIBILI CHE INTERNET OFFRE OGGI. SENTITI LIBERO DI CONDIVIDERE E COMMENTARE. I TUOI COMMENTI ARRICCHIRANNO IL BLOG E CHIUNQUE PASSERÀ DI QUA. SE LO DESIDERI PUOI ANCHE SCRIVERMI UTILIZZANDO
Il Modulo di Contatto Blog o SCRIVENDOMI A QUESTO INDIRIZZO DI POSTA ELETTRONICA
sinforosacastoro@gmail.com

AGORÁ

AGORÁ. È L'ANIMO CHE DEVI CAMBIARE NON IL CIELO SOTTO CUI VIVI. L.A.Seneca.

GRAZIE DELL'ATTENZIONE

sabato 8 agosto 2015

Quando muore una mamma

Caro bambino, sì, lo so, ormai sei un adolescente, ma nei miei ricordi tu rimani un bambino, quel bambino, con quella faccia, quei capelli, quelle caratteristiche caratteriali, quelle capacità... perché non c'è un bambino identico a un altro e nei ricordi di una maestra rimane immutata l'immagine del bambino che fu.
Caro bambino, dicevo, la notizia della morte della tua giovane mamma mi ha sconvolto, come uno squarcio doloroso in questo agosto infuocato che toglie il respiro. Ti abbiamo nominato, ricordato, mentre di telefono in telefono la notizia rimbalzava di maestra in maestra. Io, noi, siamo state per te soltanto le tue maestre, ma abbiamo ben in mente quello che facevi, come ti muovevi, com'eri piccolo all'età di tre anni! Abbiamo ben in mente la tua mamma, il tuo papà, il tuo nonno... la tua famiglia, insomma. Siamo tristi, molto tristi, per tutti voi e per lei, per la tua giovane mamma, che adesso vi amerà e seguirà da lassù. Sono sicura che a chi leggerà questo articolo, verrà spontanea una preghiera; che la Mamma del cielo vi consoli e vi dia forza.



sinforosa castoro

4 commenti:

  1. una preghiera, per questo bambino...
    perdere una mamma è un grande dolore
    perdere una mamma giovane è triste... perchè quel bambino aveva tanto bisogno di averla ancora accanto
    che triste post in queste occasioni ci chiediamo perchè il Signore abbia preso proprio Lei

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credimi, mi ha sconvolto. È una nota dolente in questo caldo agosto. Continuo a pensare a lei e alla sua famiglia. Signore, perché?
      Non ci resta che pregare.
      Ciao cara Valeria.
      sinforosa

      Elimina
  2. sai Sinforosa, anche qui da noi venerdì abbiamo dato l'addio a una mamma di 46 anni morta di cancro dopo una lunga lotta...
    ma la cosa più triste è come il cancro in quella famiglia abbia decimato molti componenti
    primo è stato il papà morto a 50 anni lasciando 5 figli, poi è toccato a G. una bambina di soli 10 anni, poi ha colpito anche la gemella di questa giovane mamma che tutt'ora sta lottando con i denti...
    molti dicono che è ereditario ma i medici dicono di no
    conoscevo bene la mamma di G. perchè è mia cugina
    il dolore ha tormentato molto questa famiglia... ma loro continuano a dare amore... tutti i giorni va sulla tomba di G. e spesso le accende un carionne che è sulla lapide e poi lo ascolta mentre se ne va e piange ... nonostante questo mia cugina ha un altro figlio più piccolo di G., scampato anche lui al tumore nel braccio e per ora sembra che le medicine l'abbiano sconfitto, ma mamma K. e papà L. hanno preso con loro una bambina da guardare mentre i genitori lavorano
    Queste Sinforosa sono famiglie con dei valori importantissimi
    sopravvivere alla morte di una figlia è un dolore immenso, che mette a dura prova marito, moglie e frattellino, ognuno di loro ha portato con se il proprio dolore
    Ora questi figli dovranno sopravvivere alla perdita di una mamma
    Loro sono credenti ma è stato difficile per loro accettare che il Signore gli togliesse G.
    Spesso mi chiedo perchè il Signore abbia colpito così pesantemente questa famiglia, sono tutti buoni, gentili, lavoratori, non sparlano mai di nessuno, sono amati da tutti
    e allora perché?
    un bacio e quando puoi ricorda nelle tue preghiere anche questa mamma, e anche mamma K.
    un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oddio, che storie tristi e cariche di dolore. Ammiro la forza di queste persone così tanto, tanto provate.
      Perché? Perché?
      Continuiamo a chiedercelo e ce lo chiediamo anche guardando tutti quei poveri derelitti che sbarcano da noi, tutti quei bambini, per non parlare di chi ha perso la vita o un familiare.
      Perché?
      Forse perché Dio, da buon papà, non fa distinzioni fra buono e cattivo, degno o indegno. Per lui siamo tutti suoi figli. Noi, spesso ci domandiamo com'è possibile che i buoni se ne vadano e i malvagi restino, ma "i miei pensieri" dice il Signore "non sono i vostri pensieri, le mie vie non sono le vostre vie".
      Pregherò senz'altro e, a proposito, non dimenticare di pregare per me.
      Un abbraccio
      sinforosa

      Elimina

GRAZIE PER AVER LETTO QUESTO POST.
SE TI FA PIACERE COMMENTA, SUGGERISCI, CRITICA.
OGNI COMMENTO È BEN ACCETTO E ARRICCHISCE IL BLOG. TUTTI I COMMENTI SARANNO PUBBLICATI.

ULTIMI COMMENTI