La Rete

LA RETE DIGITALE PUÒ ESSERE UN LUOGO RICCO DI UMANITÀ, NON UNA RETE DI FILI MA DI PERSONE UMANE.
Papa Francesco

BENVENUTO

BENVENUTO E GRAZIE PER IL TEMPO CHE DEDICHI A QUESTO BLOG. MI FA DAVVERO PIACERE CHE TU SIA QUI CON TUTTE LE SCELTE POSSIBILI CHE INTERNET OFFRE OGGI. SENTITI LIBERO DI CONDIVIDERE E COMMENTARE. I TUOI COMMENTI ARRICCHIRANNO IL BLOG E CHIUNQUE PASSERÀ DI QUA. SE LO DESIDERI PUOI ANCHE SCRIVERMI UTILIZZANDO
Il Modulo di Contatto Blog o SCRIVENDOMI A QUESTO INDIRIZZO DI POSTA ELETTRONICA
sinforosacastoro@gmail.com

AGORÁ

AGORÁ. È L'ANIMO CHE DEVI CAMBIARE NON IL CIELO SOTTO CUI VIVI. L.A.Seneca.

GRAZIE PER L'ATTENZIONE

lunedì 3 agosto 2015

Sono in ferie, ma...

In questi giorni di vacanza mi capita spesso di incontrare i "miei" bambini in compagnia delle loro mamme.
«Ciaooo», mi gridano loro, i bambini, e poi tocca alle mamme. Le più sono stravolte, così almeno dicono di essere. «Ma come fate, voi? Non ne posso più. Capricci su capricci e non è mai contento. Hai visto, gliel'ho detto alla maestra».
«Ma, fai così il monello, con la mamma?».
«Il monello?» interviene lei, «risponde e si butta per terra e non c'è verso. Non vedo l'ora che ricominci la scuola».
«Cerca di fare il bravo e lei, magari, stia un po' con lui».
«Ma è con me tutto il giorno, sono in ferie. Preferisco andare a lavorare, però».
«Be', io le consiglio di non dire queste cose davanti a lui» glielo dico a mezza voce «i bambini sentono il nostro umore e soprattutto sentono se stiamo volentieri con loro. Perché non fate qualcosa insieme? Giocate un po'. Vero che vuoi che la mamma giochi un po' con te?».
«Sì» mi fa lui, convinto.«Ha visto, signora, poi la mamma ti legge una bella storiella e tu le fai un bel disegno Poi, con i sassolini o pezzi di carta fai una bella cornice e così diventa un quadro da far vedere a tuo fratello e al papà».
«Sì, dai».
«Tu, però, devi promettere alla mamma che non farai più capricci. I capricci li fanno i bambini piccoli piccoli così, e tu, invece, sei grande».
Saluto mamma e figlio e me ne vado con la speranza che la mamma abbia capito che ci vuole davvero poco per far felice un bambino annoiato, e che stare col proprio figlio significa dare senso a quel tempo insieme.




sinforosa castoro

12 commenti:

  1. E' vero! Un bambino annoiato è un bambino capriccioso e prepotente.
    Trovare qualcosa da fare insieme e poi dargli la possibiiltà di manifestare la sua fantasia con disegni, canti, collage, colori è un modo per avvicinarsi e divertirsi senza stressarsi.
    Sempre sperando che le mamme non abbiano il terrore del Mio Dio si sporca! Altrimenti è finita....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione, spesso le mamme pensano che il loro bimbo non sia in grado di fare passare loro del tempo meraviglioso, basta incoraggiarle un po' e poi si accorgono quante risorse può avere un bambino.
      Ciao ciao
      sinforosaq

      Elimina
  2. Ottimi consigli dai a queste mamme maestra sinforosa.Sono tutte uguali,non vedono l'ora di scaricarli alle insegnanti.Buone ferie...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Jaz, le mamme, sovente, non sanno che stare con i propri figli è l'esperienza più bella che possono fare. Basterebbe dialogare con loro, fare le compere con loro, ascoltando e dialogando su quello che si acquista, guardare insieme un programma televisivo, leggere un libretto, raccontare un episodio di vita... Insomma, un bambino è di grande e interessante compagnia, chissà perché non lo si comprende appieno?
      Ciao ciao
      sinforosa

      Elimina
  3. leggendo questo tuo post mi hai fatto ricordare quanti bei momenti abbiamo passato io e i miei figli ! Quando erano piccoli anche noi ci divertivamo a fare le cornici con la pasta ai disegni e poi gli angioletti e tanto altro..pensa che venivano anche i figli di una mia amica , abitavamo nello stesso condominio, perchè la loro mamma non voleva facessero giochi che sporcavano la casa o facevano disordine...che tristezza!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che bel ricordo, azzurrocielo, sono ricordi indelebili. I figli poi crescono così in fretta che... Ora quanti anni hanno?
      Certo che di mamme come quella che descrivi ce ne sono sempre state e ce ne sono sempre di più, purtroppo.
      Ciao ciao
      sinforosa
      p.s. Se non ti sei ancora unita al blog perché non lo fai? Mi farebbe piacere.

      Elimina
  4. io certe mamme non le capisco proprio...
    quando lavorano si lamentano di non avere tempo per i figli, quando sono in ferie si lamentano di avere troppo tempo da stare con i figli ...

    io non vedo l'ora di arrivare a casa per stare con Michelle...questa settimana che erano tutti e due al campeggio parrocchiale mi sono mancati da morire...

    oggi pausa pranzo...invece di stirare... Miki a tirato fuori i trucchi... e io mi sono lasciata truccare ...

    Forse le mamme dovrebbero imparare a tralasciare i lavori di casa per concedersi un po' di più hai figli

    Lei era felicissima di truccarmi... mi ha fatto due guance rosse, rosse, che sembrava avessi il morbillo ...

    Poi mi sono struccata... e abbiamo pure fatto una partita a UNO, io ho perso, ma stasera voglio la rivincita... e domani mattina sveglia alle 6.30 per stirare prima di partire per il lavoro ...
    tanto adesso fa caldo per stirare...
    e poi ho avuto una seduta in Biuti farm gratis
    un bacio VAleria

    RispondiElimina
  5. Cara Valeria tu sì che sei una mamma coi fiocchi. Quando i figli se ne vanno, e succede tanto più quanto loro diventano grandi, la casa è vuota. Vuota di parole, sguardi, rumore, musica, progetti. Insomma, i figli sono la ricchezza della famiglia. E pensare che io ne avrei voluti dieci.
    Un abbraccio
    sinforosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anche io sognavo una famiglia numerosa... avevo iniziato presto con Andre avevo 20 anni... tanti sogni progetti... e poi lo stress il lavoro... ma il Signore ha deciso che la tanto attesa cicogna tornasse a bussare alla mia porta... dopo dieci anni è nata la mia Michelle
      ora è lei che sogna di avere tanti figli.... ma li vorrebbe adottare tutti e dieci
      baci

      Elimina
    2. Hai ragione Valeria, i nostri progetti, fantasie o desideri, spesso non collimano con quelli che il Signore ha pensato per noi, per il nostro bene. Lasciamo fare a Lui e saremo felici.
      Un abbraccio
      sinforosa

      Elimina
  6. Ciao Sinforosa, maestra a tutto tondo, che aiuta mamma e bambino. Spesso gli adulti si perdono nei loro mille impegni quotidiani, perdendosi attimi bellissimi che non tornano, e spesso capendoli solo dopo. Il tempo è davvero relativo, quando è passato bene, vola in un attimo, regalando momenti magici e sereni. Mai perdere la voglia di giocare, fa bene a mamma e bambino, e non è certo tempo perso, ma tempo guadagnato, in un rapporto migliore dove i messaggi passano senza conflitti.

    RispondiElimina
  7. Come hai ragione, Anna Maria, il tempo passato con i figli non va mai perduto, mai. Quando saranno fuori di casa, perché avranno spiccato il volo, ciò che ricorderanno sarà proprio quello, il tempo. Il tempo passato con mamma e papà a parlare, dialogare, considerare, giocare, raccontarsi le gioie, le preoccupazioni eccetera.
    Non si finisce mai di essere genitori, questo è vero, ma il tempo dell'infanzia lascia l'impronta, un'impronta indelebile. Il tempo dell'infanzia è basilare. È lì che si mettono le fondamenta di ciò che un bambino, bambina sarà.
    Un abbraccio e grazie
    sinforosa

    RispondiElimina

GRAZIE PER AVER LETTO QUESTO POST.
SE TI FA PIACERE COMMENTA, SUGGERISCI, CRITICA.
OGNI COMMENTO È BEN ACCETTO E ARRICCHISCE IL BLOG. TUTTI I COMMENTI SARANNO PUBBLICATI.