La Rete

LA RETE DIGITALE PUÒ ESSERE UN LUOGO RICCO DI UMANITÀ, NON UNA RETE DI FILI MA DI PERSONE UMANE.
Papa Francesco

BENVENUTO

BENVENUTO E GRAZIE PER IL TEMPO CHE DEDICHI A QUESTO BLOG. MI FA DAVVERO PIACERE CHE TU SIA QUI CON TUTTE LE SCELTE POSSIBILI CHE INTERNET OFFRE OGGI. SENTITI LIBERO DI CONDIVIDERE E COMMENTARE. I TUOI COMMENTI ARRICCHIRANNO IL BLOG E CHIUNQUE PASSERÀ DI QUA. SE LO DESIDERI PUOI ANCHE SCRIVERMI UTILIZZANDO
Il Modulo di Contatto Blog O SCRIVENDO A
sinforosacastoro@gmail.com

AGORÁ

AGORÁ. È L'ANIMO CHE DEVI CAMBIARE NON IL CIELO SOTTO CUI VIVI. L.A.Seneca.

GRAZIE PER L'ATTENZIONE

domenica 13 settembre 2015

Chi dite che io sia

La nostra fede in Cristo non dipende tanto dall'essere istruiti o dalla frequentazione delle chiese o delle varie celebrazioni dell'anno liturgico, quelle, semmai, sono la conseguenza. La nostra fede dipende in primis dall'incontro personale con il Risorto. Solamente quando lo incontriamo a tu per tu, scatta in noi quel qualcosa che ci induce a seguirlo e, seguendolo, a desiderare di conoscerlo sempre più in un crescendo che diventa poco alla volta abbandono fiducioso in Lui.
È da questo che nasce l'esigenza "di istruirci" su di lui.
È da questo che nasce l'esigenza di incontrarlo sempre più frequentemente e nell'Eucaristia e negli altri, chiunque si incroci nella vita.
È da questo che nasce il bisogno di pregare per chiedere, lodare e stare in sua compagnia, da quando si aprono gli occhi al nuovo giorno a quando li si chiudono, a fine giornata.
La Lettura di oggi ci invita a domandarci che posto ha Lui nella nostra vita.


"... 29 Ed egli disse loro: «Ma voi, chi dite che io sia?». E Pietro, rispondendo, gli disse: «Tu sei il Cristo».30 Allora egli intimò loro severamente di non parlare di lui ad alcuno". Mc. 8,29-30


sinforosa castoro

Nessun commento:

Posta un commento

GRAZIE PER AVER LETTO QUESTO POST.
SE TI FA PIACERE COMMENTA, SUGGERISCI, CRITICA.
OGNI COMMENTO È BEN ACCETTO E ARRICCHISCE IL BLOG.

ULTIMI COMMENTI