La Rete

LA RETE DIGITALE PUÒ ESSERE UN LUOGO RICCO DI UMANITÀ, NON UNA RETE DI FILI MA DI PERSONE UMANE.
Papa Francesco

BENVENUTO

BENVENUTO E GRAZIE PER IL TEMPO CHE DEDICHI A QUESTO BLOG. MI FA DAVVERO PIACERE CHE TU SIA QUI CON TUTTE LE SCELTE POSSIBILI CHE INTERNET OFFRE OGGI. SENTITI LIBERO DI CONDIVIDERE E COMMENTARE. I TUOI COMMENTI ARRICCHIRANNO IL BLOG E CHIUNQUE PASSERÀ DI QUI. SE LO DESIDERI PUOI ANCHE SCRIVERMI UTILIZZANDO
Il Modulo di Contatto Blog o SCRIVENDOMI A QUESTO INDIRIZZO DI POSTA ELETTRONICA
sinforosacastoro@gmail.com

AGORÁ

AGORÁ. È L'ANIMO CHE DEVI CAMBIARE NON IL CIELO SOTTO CUI VIVI. L.A.Seneca.

GRAZIE DELL'ATTENZIONE

domenica 4 dicembre 2016

Cocktail di emozioni

Questo post nasce da una riflessione dopo una bella chiacchierata con una vecchia amica e collega che già si gode la meritata pensione. Si parlava del più e del meno, dei tempi passati insieme a scuola - tanti -, dei bambini di allora, che ormai sono mamme e papà e senza volerlo si è andati sul grande discorso della vita, che procede, nonostante tutto, e che cambia e si rinnova a ogni stagione. E mi sono ritrovata a pensare, a constatare, che certe esperienze rimangono tanto più impresse nella nostra memoria quanto più sono straordinarie, nel senso etimologico del termine, molto più di quelle che si vivono per anni e anni in modo ordinario.
Ebbene, ci sono periodi nella vita di una persona, in questo momento sto parlando di donne, che scuotono e sconvolgono le certezze, dalle fondamenta. Il momento in cui si perdono i genitori, per esempio, può costituire un vero dissesto: non ci si sente più figli e, nonostante la fede che una persona può avere, ci vuole tempo perché ci si senta nuovamente figli di coloro che non ci sono più visibilmente accanto. C'è un altro momento straordinario nella vita familiare ed è quando i figli spiccano il volo lasciando il nido vuoto.  In questo caso ci si può sentire orfani del ruolo genitoriale e non è cosa da poco. Se a questo si aggiunge l'età in cui possono accadere questi eventi, che generalmente corrisponde  all'età della menopausa, ecco che il cocktail di emozioni e sentimenti è servito, e che cocktail! 
Ora, quando si vivono questi periodi (e chi non li vive o non li ha vissuti?) che appaiono eterni, è inevitabile sentirsi destabilizzati, confusi, quasi senza più una identità precisa, costruita pezzo dopo pezzo lungo tutto il tempo che è la vita. La sofferenza, l'inerzia, il vuoto, possono farla da padrone in questi frangenti, e si può arrivare alla sensazione di aver perso letteralmente la bussola. Ecco che allora le esperienze che si fanno in questo tempo, così straordinario di sofferenza e dolore, e le persone che le accompagnano, se sono esperienze belle con persone belle, diventeranno indelebili nei nostri ricordi, perché, anche se non è del tutto merito loro ma piuttosto del tempo che passa, che medica e che tempra anche ogni dolore, ci rammenteranno, per sempre, quanto ci abbiano aiutato a superare quel periodo così straordianriamente doloroso e sofferto
So che se ne riparlerà.



sinforosa castoro

12 commenti:

  1. Scusa, ma del tempo normale non ci si ricorda, allora?
    una che è passata di qua.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Assolutamente si, ci si ricorda, eccome, mancherebbe altro.
      Io affermavo un concetto un po' diverso e cioè ciò che più rimane impresso nella memoria sono i cosiddetti momenti belli che seguono veri terremoti interiori.
      Grazie.
      sinforosa

      Elimina
  2. Dievva mia nonna che il tempo è galantuomo e ci aiuta a sopportare il passato "brutto".
    Le esperienze di vita restano come restano le cicatrici ma fanno meno male.
    Anche la perdita dei genitori o quella dei figli che si fanno la loro vita, pur destabilizzanti sul momento, sul lungo periodo ci daranno meno dolore.
    E' dura sul momento affrontare le situazioni ma poco per volta dobbiamo farcene una ragione.
    L'importante è avere accanto qualcuno di cui fidarsi, a cui appoggiarsi, qualcuno che amiamo per potersi sostenere a vicenda. E tutto sembrerà meno grave

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo appieno, Patricia.
      Buona serata e grazie.
      sinforosa

      Elimina
  3. Ci sono dolori che appaiono insuperabili, poi ci sono i ricordi che a volte fanno male
    Tu sai che ho un carattere particolare e che vivo le emozioni a pelle sia quelle dolorose, che quelle belle...così alterno le giornate tra tristezza e allegria assoluta...ma quando ripenso al passato spesso le emozioni suscitano in me una lacrima...vivo così le mie emozioni e le rendo indelebili
    Ma vivo anche il presente con altrettante emozioni che mi toccano nell'anima e mi danno sbalzi di umore
    So che anche tu hai vissuto momenti di dolore forti che hanno lasciato cicatrici profonde, ma hai un bel carattere e non lasci trasparire i momenti di sofferenza in questo tuo blog e immagino anche nel tuo ruolo di insegnante
    Sei un esempio per me, la tua fede è un esempio per me
    Io scarico le mie emozioni nel mio blog, anche se è privato ed è di accesso solo a pochi amici, scelta fatta proprio perchè metto giù molte emozioni personali
    UN BACIO SINFOROSA perchè penso che, in particolar modo a Natale, ti manchino persone che a te erano molto care
    Valeria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come sempre sei trasparente, anche in queste parole ed è un pregio. Grazie del gentile pensiero. Certamente anche in me, soprattutto in certi momenti dell'anno, nascono sentimenti di nostalgia di un passato che è... passato, appunto. Spesso ci dimentichiamo che stiamo camminando verso la pienezza e con noi anche la storia con la s maiuscola, solo che non sempre ci crediamo e sovente ce ne dimentichiamo.
      Buona serata, Valeria, e salutami la tua famiglia. Un abbraccio.
      sinforosa

      Elimina
  4. Momenti belli, momenti brutti.. questo cocktail lo beviamo tutti 👍👍👍

    RispondiElimina
    Risposte
    1. proprio così, Ivana, proprio così.
      Buona serata e grazie mille.
      sinforosa

      Elimina
  5. Nella vita anche le brutte esperienze fortificano.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh... sì, se ne farebbe volentieri a meno, tuttavia...
      Grazie
      sinforosa

      Elimina
  6. La vita ci porta tante diversi quadri nel suo lungo o breve tragitto..
    Quadri belli da vedere, quadri da dimenticare e da mettere al buio, altri che ci fanno sognare , altri che ci rendono tristi...questa è la vita purtroppo e per fortuna...
    Una serena nottata per te mia cara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che belle immagini hai adoperato per descrivere il mistero della vita, che ci accomuna, tutti quanti.
      Grazie e buon sabato.
      sinforosa

      Elimina

COMMENTI, SUGGERIMENTI, CRITICHE SONO BEN ACCETTI IN QUESTO BLOG.

ULTIMI COMMENTI