La Rete

LA RETE DIGITALE PUÒ ESSERE UN LUOGO RICCO DI UMANITÀ, NON UNA RETE DI FILI MA DI PERSONE UMANE.
Papa Francesco

BENVENUTO

BENVENUTO E GRAZIE PER IL TEMPO CHE DEDICHI A QUESTO BLOG. MI FA DAVVERO PIACERE CHE TU SIA QUI CON TUTTE LE SCELTE POSSIBILI CHE INTERNET OFFRE OGGI. SENTITI LIBERO DI CONDIVIDERE E COMMENTARE. I TUOI COMMENTI ARRICCHIRANNO IL BLOG E CHIUNQUE PASSERÀ DI QUI. SE LO DESIDERI PUOI ANCHE SCRIVERMI UTILIZZANDO
Il Modulo di Contatto Blog o SCRIVENDOMI A QUESTO INDIRIZZO DI POSTA ELETTRONICA
sinforosacastoro@gmail.com

AGORÁ

AGORÁ. È L'ANIMO CHE DEVI CAMBIARE NON IL CIELO SOTTO CUI VIVI. L.A.Seneca.

GRAZIE DELL'ATTENZIONE

lunedì 29 febbraio 2016

Signore, la croce è troppo pesante

Una cara amica mi ha passato questo video, significativo.




Se uno vuol venire dietro a me, rinunci a se stesso, prenda la sua croce e mi segua. Perché chi vorrà salvare la sua vita, la perderà; ma chi perderà la sua vita per amor mio e del vangelo, la salverà. Mc.8.34,35

sinforosa castoro

domenica 28 febbraio 2016

Bisestile

Quest'anno è anno bisestile.
Giulio Cesare, nel 46 a.C., riformò il calendario di Roma che da lui prese il nome: calendario giuliano. L'obiettivo era dare giusta collocazione alle ore (+o- 6) che avanzavano a ogni anno solare. Se ne occupò l'astronomo greco Sosigene che, dopo tanti calcoli, riuscì a rimettere ordine aggiungendo un giorno ogni quattro anni. È in questo modo che è nato l'anno bisestile (bis sextilis). Tuttavia le cose sono molto più complicate di quanto possiamo immaginare. Il giorno aggiunto era collocato dopo il 24 febbraio chiamato dies sextus ante calendas martias (giorno sesto prima del primo marzo). Infatti, contando in un "normale" febbraio i giorni dal 24 febbraio al 1 marzo, i giorni sono sei, sicché il giorno aggiunto fu chiamato bis-sextus (due volte sesto) e l'anno bis-sextilis (bisestile). C'è da notare che questo calendario perdeva un giorno ogni 128 anni circa e così fu riformato da papa Gregorio XIII nel 1582 prendendo il nome di calendario gregoriano. Insomma, anche se noi abbiamo aggiunto il giorno in più dopo il 28esimo giorno di febbraio, ogni quattro anni, abbiamo mantenuto il nome di anno bisestile.

sinforosa castoro

sabato 27 febbraio 2016

AdP Iniziativa

Conoscete l'AdP, l'Apostolato della Preghiera?

http://www.adp.it/index.php/adp
L'AdP propone a tutti i cristiani tre impegni per collaborare all'opera redentrice di Gesù, perché, non dimentichiamolo, ciascuno di noi è prezioso e unico agli occhi del Signore e ciascuno di noi può fare molto per gli altri attraverso: l'offerta quotidiana, la consacrazione e la riparazione. Il Concilio Vaticani II, nella Lumen Gentium, al Cap. V, ci ricorda che tutti nella Chiesa riceviamo e dunque condividiamo la comune vocazione alla santità. Per saperne di più  http://www.adp.it/.
Chi vuole unirsi a questa iniziativa, aperta a tutti, lo faccia sapere con un commento, più tanti siamo e più bene possiamo seminare in questo nostro mondo.

sinforosa castoro

venerdì 26 febbraio 2016

Siracide Ecclesiastico Cap. 6, 1-37


1 Perché un cattivo nome si attira vergogna e disprezzo; 
così accade al peccatore, falso nelle sue parole. 
2 Non ti abbandonare alla tua passione, 
perché non ti strazi come un toro furioso; 
3 divorerà le tue foglie e tu perderai i tuoi frutti, 
sì da renderti come un legno secco. 
4 Una passione malvagia rovina chi la possiede 
e lo fa oggetto di scherno per i nemici. 
5 Una bocca amabile moltiplica gli amici, 
un linguaggio gentile attira i saluti. 
6 Siano in molti coloro che vivono in pace con te, 
ma i tuoi consiglieri uno su mille. 
7 Se intendi farti un amico, mettilo alla prova; 
e non fidarti subito di lui. 
8 C'è infatti chi è amico quando gli fa comodo, 
ma non resiste nel giorno della tua sventura. 
9 C'è anche l'amico che si cambia in nemico 
e scoprirà a tuo disonore i vostri litigi. 
10 C'è l'amico compagno a tavola, 
ma non resiste nel giorno della tua sventura. 
11 Nella tua fortuna sarà come un altro te stesso, 
e parlerà liberamente con i tuoi familiari. 
12 Ma se sarai umiliato, si ergerà contro di te 
e dalla tua presenza si nasconderà. 
13 Tieniti lontano dai tuoi nemici, 
e dai tuoi amici guardati. 
14 Un amico fedele è una protezione potente, 
chi lo trova, trova un tesoro. 
15 Per un amico fedele, non c'è prezzo, 
non c'è peso per il suo valore. 
16 Un amico fedele è un balsamo di vita, 
lo troveranno quanti temono il Signore. 
17 Chi teme il Signore è costante nella sua amicizia, 
perché come uno è, così sarà il suo amico. 
18 Figlio, sin dalla giovinezza medita la disciplina, 
conseguirai la sapienza fino alla canizie. 
19 Accostati ad essa come chi ara e chi semina 
e attendi i suoi ottimi frutti; 
poiché faticherai un po' per coltivarla, 
ma presto mangerai dei suoi prodotti. 
20 Essa è davvero aspra per gli stolti, 
l'uomo senza coraggio non ci resiste; 
21 per lui peserà come una pietra di prova, 
non tarderà a gettarla via. 
22 La sapienza infatti è come dice il suo nome, 
ma non a molti essa è chiara. 
23 Ascolta, figlio, e accetta il mio parere; 
non rigettare il mio consiglio. 
24 Introduci i tuoi piedi nei suoi ceppi, 
il collo nella sua catena. 
25 Piega la tua spalla e portala, 
non disdegnare i suoi legami. 
26 Avvicinati ad essa con tutta l'anima 
e con tutta la tua forza resta nelle sue vie. 
27 Seguine le orme e cercala, ti si manifesterà; 
e una volta raggiunta, non lasciarla. 
28 Alla fine troverai in lei il riposo, 
ed essa ti si cambierà in gioia. 
29 I suoi ceppi saranno per te una protezione potente, 
le sue catene una veste di gloria. 
30 Un ornamento d'oro ha su di sé, 
i suoi legami sono fili di porpora violetta. 
31 Te ne rivestirai come di una veste di gloria, 
te ne cingerai come di una corona magnifica. 
32 Se lo vuoi, figlio, diventerai saggio; 
applicandoti totalmente, diventerai abile. 
33 Se ti è caro ascoltare, imparerai; 
se porgerai l'orecchio, sarai saggio. 
34 Frequenta le riunioni degli anziani; 
qualcuno è saggio? Unisciti a lui. 
35 Ascolta volentieri ogni parola divina 
e le massime sagge non ti sfuggano. 
36 Se vedi una persona saggia, va presto da lei; 
il tuo piede logori i gradini della sua porta. 
37 Rifletti sui precetti del Signore, 
medita sempre sui suoi comandamenti; 
egli renderà saldo il tuo cuore, 
e il tuo desiderio di sapienza sarà soddisfatto. 




sinforosa castoro 

giovedì 25 febbraio 2016

Lettori del blog cercasi


Posso farti una domanda Sinforosa? Non pensi che dicendo sempre quello che pensi poi nessuno si unisce più al tuo blog. A me è successo e così ho incominciato ad andare dietro l'onda. I miei lettori si sono moltiplicati. Io non ho un blog ma uso altri social. Non so se pubblicherai questo commento, vedi tu. Ciao Caterina su Società

Cara Caterina, non solo pubblico il tuo commento, che mi fa piacere, come ogni commento, ma ne faccio addirittura un post rivolgendo la tua curiosa domanda ai lettori, tutti. 
Venendo a me, no Caterina, non penso che per acquisire più lettori ci si debba fingere diversi da quello che si è. Io verrei meno ai miei principi e credi se non dicessi quello che penso. Oggi, forse più che in altri periodi storici, il politicamente corretto mette d'accordo tutti e fa sentire integrati e al sicuro. Per essere "alla moda" ci si adegua, ci si conforma, si diventa buonisti, pressapochisti, ci si nasconde, a volte per paura di essere giudicati. Secondo me ognuno ha il diritto, e dovere, di dire come la pensa. L'importante è rispettate sempre il punto di vista dell'altro, senza per questo giudicarlo o tacciarlo di. 
Forse hai ragione, qualche lettore l'ho perso, ma questo non è dipeso da me (senza falsi pudori, ho sempre dialogato con chiunque la pensasse diversamente da me con molta serenità e rispetto), semmai dal lettore che non sa accettare punti di vista diversi dal suo. Pazienza. Con questo non voglio dire che non mi farebbe piacere avere milioni di lettori, sia ben chiaro! E allora... lettori a me.


.
sinforosa castoro

mercoledì 24 febbraio 2016

Arancio e arance

Dopo aver cantato e giocato all'albero piantato in mezzo al prato...
Mangiamo arance succose, le osserviamo: la buccia è di un bel colore arancio, porosa, profumata, la polpa succosa, alcune arance sono arancioni altre rosse come il sangue, alcune sono dolci, altre un po' più aspre e poi i semi...
«Bambini chi ci dà le arance?».
«Sinforosa».
«No, scusate, ho sbagliato a farvi la domanda. Come si chiama l'albero delle arance?».
«Aranciooo».
«Bravissimi e l'albero delle pere?».
«Perooo».
«E quello delle mele?».
«Melooo»
«Allora, l'albero delle arance è l'arancio. Ma prima di diventare un albero cos'era e com'era?».
«Era un alberino piccolo così».
«E prima ancora di essere un alberino piccolo, piccolo?».
«Era un alberino ancora più piccolo».
«Bravissimo, ma come ha fatto a nascere quell'alberino piccolo? Da cosa è nato?».
«Dal seme».
«Ohhh! Sì, dal seme e dove va messo il seme?».
«Sotto terra».
«Sotto terra, bene. Allora, il seme sotto terra si spacca, e incomincia a crescere una piantina...».
«Viene fuori dalla terra».
«Giusto e poi?»
«Poi diventa un po' grandina e poi diventa con il tronco e i rametti... »
«Sì, ma poi nascono le foglie... ».
«Sono verdi. Le foglie sono verdi».
«Bravissimi e poi nascono i fiorellini... ».
«Allora è un ciliegio».
«Anche il ciliegio ha i fiorellini, è vero, ma adesso stiamo parlando dell'albero delle arance e anche lui ha i fiori i fiori di arancio e dopo i fiori cosa nascono?»
«Le aranceee».
«Bravissimi e adesso... al lavoro

Il seme sotto terra








Prime foglie
Arrivano i fiori


E infine i frutti

sinforosa castoro

martedì 23 febbraio 2016

Società

Cosa ne pensi di come stanno andando le cose... ? Mi è stata posta questa domanda. Cosa ne penso?
Penso che si sta andando tutti alla deriva e che se non incominciamo, tutti, cominciando da me, a rimetterci di nuovo in carreggiata andremo sempre più alla deriva di una società che sta perdendo colpi su colpi.
Partendo alla larga; siamo uno dei paesi più corrotti al mondo (e il bello è che in molte trasmissioni ci ridiamo anche su), il senso civico è quasi scomparso (a scuola abbiamo dovuto richiamare genitori che neanche s'accorgevano che i propri figli gettavano a terra incarti di merende e bucce di frutti), non parliamo degli usi e abusi del territorio (e poi alle catastrofi piangiamo), si fanno leggi che non si sanno far rispettare (una per tutte l'uso delle cinture di sicurezza o del cellulare durante la guida - ma ce ne sarebbero a bizzeffe -).
Stringendo il campo: le nuove generazioni stanno venendo su convinte di avere solo diritti e non doveri (e i genitori in questo sono maestri, purtroppo, poi, però, piangono, quando ormai è troppo tardi), la volgarità di pensiero, parola e azione nel mondo reale e virtuale è sempre più dilagante, della violenza, verbale e non, è meglio non parlarne.
Questo non significa che non ci siano persone oneste, corrette, serie, puntigliose o educate, tutt'altro,
ma, purtroppo, sono sempre più rare.


















sinforosa castoro

lunedì 22 febbraio 2016

Ho visto...

«Maestra, maestraaa».
«Dimmi».
«Sai cos'ho visto? Ho visto un uccello morto. È caduto e è morto».
«Povero uccellino».
«E...sì!».


sinforosa castoro

domenica 21 febbraio 2016

Abramo

Abramo è uomo di fede incrollabile. Nella prima lettura di oggi Gn 15, 5-12. 17-18 Dio promette ad Abramo, la cui moglie è sterile, una discendenza «Guarda in cielo e conta le stelle, se riesci a contarle» e soggiunse: «Tale sarà la tua discendenza». Abramo crede e la promessa di Dio si attuerà.


sinforosa castoro

sabato 20 febbraio 2016

Harper Lee e Umberto Eco

Ieri abbiamo avuto notizia della morte di Harper Lee autrice del romanzo Il buio oltre la siepe del 1960 e vincitore del premio Pulitzer. Indimenticabile anche la versione cinematografica.
Immagine presa dalla rete

Immagine presa dalla rete
Oggi la morte di Umberto Eco, professore e scrittore. I grandi, uno dopo l'altro, se ne vanno. Io voglio ricordare Umberto Eco per quelle parole pronunciate con tanta naturalezza in risposta a una semplice domanda. Lo so che non è mai bello estrapolare frasi da un  contesto, per questo sarebbe utile ascoltare il video sottostante, tuttavia queste parole fanno riflettere, almeno a me.   

"I social media danno diritto di parola a legioni di imbecilli che prima parlavano solo al bar dopo un bicchiere di vino, senza danneggiare la collettività. Venivano subito messi a tacere, mentre ora hanno lo stesso diritto di parola di un Premio Nobel. È l’invasione degli imbecilli... La tv aveva promosso lo scemo del villaggio rispetto al quale lo spettatore si sentiva superiore. Il dramma di Internet è che ha promosso lo scemo del villaggio a portatore di verità".

"Il fenomeno dei social network è anche positivo, non solo perché permette alle persone di rimanere in contatto tra loro. Pensiamo solo a quanto accaduto in Cina o in Turchia dove il grande movimento di protesta contro Erdogan è nato proprio in rete, grazie al tam-tam. E qualcuno ha anche detto che, se ci fosse stato Internet ai tempi di Hitler, i campi di sterminio non sarebbero stati possibili perché le informazioni si sarebbero diffuse viralmente". 



sinforosa castoro

venerdì 19 febbraio 2016

I dieci ladri della tua energia 2-3

2 Paga i tuoi debiti in tempo. Nel contempo fai pagare a chi ti deve o scegli di lasciarlo andare, se ormai non lo può fare.
3 Mantieni le tue promesse. Se non l’hai fatto, domandati perché fai fatica. Hai sempre il diritto di cambiare opinione, scusarti, compensare, rinegoziare e offrire un’alternativa a una promessa non mantenuta; ma non farlo diventare un’abitudine. Il modo più semplice di evitare di non fare una cosa che prometti di fare e dire NO subito.
Dalai Lama




sinforosa castoro

giovedì 18 febbraio 2016

mercoledì 17 febbraio 2016

Micio di cartapesta


Micio di cartapesta









Micio realizzato con la cartapesta:
Spezzettare la carta di quotidiani in tantissimi pezzettini.
Mettere la carta in un secchio e coprire con acqua.
Di tanto in tanto mescolare e aggiungere acqua.
Dopo qualche giorno, raccogliere la carta, strizzare, aggiungere un po' di colla vinilica e modellare.
Lasciare ad asciugare bene, bene, bene.
Dipingere con tempere e ripassare con vernice ad acqua.

sinforosa castoro

Gatti in festa

A lui, Muci, il micio di casa.

















sinforosa castoro

martedì 16 febbraio 2016

Leviatàn

Leviatàn
È il drago orrendo e cattivo, il mostro del fiume, incarna il male e il caos primitivo.
Isaia lo cita prevedendo la vittoria del bene sul male: "Il Signore punirà con la spada dura, grande e forte il Leviatàn, serpente guizzante, il Leviatàn serpente tortuoso, ucciderà il drago che sta nel mare".
Ezechiele parlando del Faraone lo paragona prima a un leone, forza del bene, e poi al Coccodrillo, forte malvagio: "Leone fra le genti eri considerato, ma eri come un coccodrillo fra le acque".
Probabilmente è il coccodrillo del Nilo, adorato dagli egizi e temuto e odiato dagli ebrei in quanto feroce predatore per chi viveva vicino al fiume e adorato come un dio da coloro che li schiavizzavano.



sinforosa castoro

lunedì 15 febbraio 2016

Peggy prepara la colazione

 Ciaooo, mi vedete? Mi è venuta una bella idea, preparerò la colazione per Sinforosa.


Metto una tovaglia, piccola, a quadretti, bianchi e azzurri. 
Poi metto i biscotti... cooosì!





Sono brava? Adesso metto...










la tazzina per il caffè e il vaso del miele. 


Ecco fatto. Chissà come sarà contenta Sinforosa domani mattina! 

sinforosa castoro

domenica 14 febbraio 2016

L'amore e la festa di san Valentino

Quando l'amore vi chiama seguitelo. Anche se le sue vie sono dure e scoscese. E quando le sue ali vi avvolgono, affidatevi a lui. Anche se la sua lama nascosta tra le piume potrebbe ferirvi. E quando vi parla, abbiate fiducia in lui. Anche se la sua voce può infrangere i vostri sogni come il vento del nord devasta un giardino. Perché l'amore come vi incorona, allo stesso modo può crocifiggervi. E come vi fa fiorire, allo stesso modo vi recide. Allo stesso modo in cui ascende alle vostre sommità e accarezza i vostri rami più teneri che fremono nel sole, così può scendere fino alle vostre radici e scuoterle fin dove si aggrappano alla terra. Come covoni di grano vi raccoglie intorno a sé. Vi batte fino a spogliarvi. Vi setaccia per liberarvi dai vostri gusci. Vi macina fino a ridurvi in farina. Vi impasta rendendovi malleabili. Poi vi affida alla sua sacra fiamma, per rendervi pane sacro per il sacro banchetto di Dio. Tutto questo vi farà l'amore perché conosciate i segreti del vostro cuore, e perché in quella conoscenza diveniate un frammento del cuore della vita.

Ma se nella vostra paura dell'amore cercherete solo il piacere e la pace, allora meglio farete a coprire la vostra nudità e ad abbandonare l'aia dell'amore per il mondo senza stagioni dove potrete ridere, ma non tutte le vostre risate, e piangere, ma non tutte le vostre lacrime. L'amore non dà nulla se non sé stesso, e non prende che da sé stesso. L'amore non possiede, né può essere posseduto. Perché l'amore basta all'amore. E non potete pensare di comandare il cammino dell'amore: se vi trova degni, è lui a dirigere il vostro cammino. L'amore non ha altro desiderio che realizzare se stesso.
 Gibran Hhalil Gibran da Il Profeta

Realizzato con la pasta di sale

sinforosa castoro
da PensieriParole <http://www.pensieriparole.it/aforismi/saggezza/frase-36150>

venerdì 12 febbraio 2016

Marocco

«Maestra, parliamo ancora del Marocco?».
«Vuoi parlare ancora del Marocco, come ieri?».
«Sì».
«A te piace il Marocco?».
«Sì».
«Là hai la casa, vero?».
«Due: una capanna e una casa».
«E la capanna è fatta di rami?»
«No, è fatta di terra».
«Vengo anch'io in Marocco».
«No, tu non puoi».
«E perché?».
«Perché non sei marocchina».
«Allora non posso venire? Ma io voglio venire a trovarti».
«Ma hai il libro?»
«Il passaporto, quello con la foto?».
«Sì».
«Sì, ce l'ho».
«Ah! Ma hai la valigia?».
«Sì, ce l'ho».
«Quella per mettere dentro i vestiti?».
«Sì, ce l'ho».
«Ah... Allora vieni».
«Grazie, tesoro, verrò».












sinforosa castoro

giovedì 11 febbraio 2016

Harry Potter and the cursed child

È ufficiale. Il 31 luglio prossimo (compleanno del maghetto, ormai adulto, e della sua creatrice) giorno dopo del debutto teatrale, uscirà in Inghilterra e in America l'ottavo libro di Harry Potter di J K Rowling che si intitolerà:
HARRY POTTER AND THE CURSED CHILD (Harry Potter e il bambino maledetto).
L'ottavo libro della saga parlerà del secondo figlio di Harry e Ginny: Albus Severus Potter. Ricordiamo che Harry e Ginny hanno altri due figli: il primo si chiama James Sirius Potter, mentre la terzogenita si chiama Lily Luna Potter.
Quando in Italia? Si spera in autunno.




sinforosa castoro

I dieci ladri della tua energia 1

1. Lascia andare le persone che condividono solo lamentele, problemi, storie disastrose, paure e giudizio sugli altri. Se qualcuno cerca in cestino per buttare la sua immondizia, fa sì che non sia la tua mente.
Dalai Lama



sinforosa castoro

mercoledì 10 febbraio 2016

Peggy e le fotografie

In quale sono più bella? Quella azzurrina, quella dei miei veri colori, quella grigina o quella rossina?


























sinforosa castoro

martedì 9 febbraio 2016

Martedì grasso

Ultimo giorno di carnevale... realizziamo delle maschere con fogli e buste di carta...












sinforosa castoro

ULTIMI COMMENTI