La Rete

LA RETE DIGITALE PUÒ ESSERE UN LUOGO RICCO DI UMANITÀ, NON UNA RETE DI FILI MA DI PERSONE UMANE.
Papa Francesco

BENVENUTO

BENVENUTO E GRAZIE PER IL TEMPO CHE DEDICHI A QUESTO BLOG. MI FA DAVVERO PIACERE CHE TU SIA QUI CON TUTTE LE SCELTE POSSIBILI CHE INTERNET OFFRE OGGI. SENTITI LIBERO DI CONDIVIDERE E COMMENTARE. I TUOI COMMENTI ARRICCHIRANNO IL BLOG E CHIUNQUE PASSERÀ DI QUA. SE LO DESIDERI PUOI ANCHE SCRIVERMI UTILIZZANDO
Il Modulo di Contatto Blog o SCRIVENDOMI A QUESTO INDIRIZZO DI POSTA ELETTRONICA
sinforosacastoro@gmail.com

AGORÁ

AGORÁ. È L'ANIMO CHE DEVI CAMBIARE NON IL CIELO SOTTO CUI VIVI. L.A.Seneca.

GRAZIE PER L'ATTENZIONE

venerdì 21 ottobre 2016

Pipì papà

Si sa che nella scuola dell'infanzia anche imparare a fare pipì può impegnare settimane o mesi. Ci sono bambini che si rifiutano di utilizzare il "nuovo e sconosciuto" waterino e trattengono la pipì fino a quando se ne ritornano a casa e non valgono a niente gli inviti da parte delle maestre, con tutte le argomentazioni possibili e immaginabili, e quelle dei compagni.

In bagno, prima di pranzo. Lei ha cinque anni, e si atteggia da donnina, lui un piccolino, un vero bebè, rotondetto, con un collo sottile e una bella testina tonda tonda. Lui non vuole fare pipì.
«Su, dai, vai anche tu, guarda tutti i tuoi amici come sono bravi. Se non vuoi stare in piedi ti siedi».
Lui va davanti al waterino, lo osserva, riflette, si allontana (come se il water fosse un mostro in grado di mangiarlo) e dice, convinto: «No. Pipì, papà».
«Ma su dai, poi ti rimane dentro tutta la pipì».
Lei, che ha osservato e ascoltato tutto, mi guarda, sbuffa, esasperata, ed esclama:
«Ecco perché c'hai la testa così grande».
Lui la guarda e ripete: «Pipì, papà».

Eh... i bambini!

Dalla rete
sinforosa castoro

2 commenti:

  1. Certo che quando torni a casa la sera cara Sinforosa, hai sì le urla e i pianti dei bimbi ancora nelle orecchie, ma porti con te anche tantissima tenerezza nel cuore… che ti fa sentire appagata del mestiere così importante che svolgi con passione e amore….
    Buon fine settimana, un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, Betty, essere presente a queste dinamiche fra bambini, osservate la loro mimica, le loro espressioni, la postura del corpo, ascoltare le loro parole e assistere ai loro ragionamenti è... è impagabile.
      grazie e buona domenica a te
      sinforosa

      Elimina

GRAZIE PER AVER LETTO QUESTO POST.
SE TI FA PIACERE COMMENTA, SUGGERISCI, CRITICA.
OGNI COMMENTO È BEN ACCETTO E ARRICCHISCE IL BLOG.