La Rete

LA RETE DIGITALE PUÒ ESSERE UN LUOGO RICCO DI UMANITÀ, NON UNA RETE DI FILI MA DI PERSONE UMANE.
Papa Francesco

BENVENUTO

BENVENUTO E GRAZIE PER IL TEMPO CHE DEDICHI A QUESTO BLOG. MI FA DAVVERO PIACERE CHE TU SIA QUI CON TUTTE LE SCELTE POSSIBILI CHE INTERNET OFFRE OGGI. SENTITI LIBERO DI CONDIVIDERE E COMMENTARE. I TUOI COMMENTI ARRICCHIRANNO IL BLOG E CHIUNQUE PASSERÀ DI QUA. SE LO DESIDERI PUOI ANCHE SCRIVERMI UTILIZZANDO
Il Modulo di Contatto Blog o SCRIVENDOMI A QUESTO INDIRIZZO DI POSTA ELETTRONICA
sinforosacastoro@gmail.com

AGORÁ

AGORÁ. È L'ANIMO CHE DEVI CAMBIARE NON IL CIELO SOTTO CUI VIVI. L.A.Seneca.

GRAZIE PER L'ATTENZIONE

sabato 20 maggio 2017

Le gambe nude

In questo post buttavo lì suggestioni sulla stagione imminente e i lettori  Patricia, Gus, Miki e Vincenzo hanno dato risposte sagge, ma ora ascoltiamo cosa ne pensano i bambini, i "miei" bambini.

«A me piace di più  quando fa caldo perché montiamo la piscina».
«Anch'io vado in piscina, con mia mamma e mio papà».
«A me piace quando fa caldo perché poi vado al mare, io vado a Cattolica, in albergo, però quando c'è il mare con le onde che non vanno bene allora sto in piscina, nella piscina dell'albergo... ».
«Anch'io vado al mare, ma però non vado nell'albergo, vado in una casa».
«Ma io non abito là e non ho la casa e vado in albergo».
«Io vado in Marocco. In Marocco mangio i gelati e poi vado al mare».
«Io al mare vado... vado nel mare e poi gioco con la sabbia e faccio i castelli con la sabbia e le conchiglie...».
«... E poi gioco fuori, al parco giochi... ».
«... Sì, però ci sono le api e ti pungono».
«No, a me no, metto quello che si spruzza».
«Poi, quando c'è caldo, io metto le gambe nude...».




sinforosa castoro

6 commenti:

  1. Ho sempre aspettato l'estate con impazienza, peccato che questo comporti il non apprezzare pienamente il tempo che scorre durante le altre stagioni.
    Cri

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È quello che succede a me con la stagione fredda, che adoro.
      Buona serata.
      sinforosa

      Elimina
  2. Risposte
    1. Le parole dei bambini sono sempre interessanti e spesso spassose.
      Buona serata anche a te, Gus.
      sinforosa

      Elimina
  3. Mi sento un bambino che sta a scuola e sogna il mare aperto e l'estate, forse anch perché d'estate non c'è la scuola, chi lo sa....ma io farei il giro del mondo ogni anno correndo dietro all'estate e piantando l'inverno a chi lo ama, perché c'è gente un po' matta che non vede l'ora di vedere la neve. Io no. Aria calda, acqua tanta, sole infinito, questa è vita.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È vero, Vincenzo, da bambini estate significa libertà, mare, monti, giochi all'aperto, serate infinite, poi, chissà perché, per alcuni mattacchioni, fra i quali anch'io, l'estate diventa una stagione da rifuggire. Eh... la ricchezza delle diversità!
      Ciao Vincenzo.
      sinforosa

      Elimina

GRAZIE PER AVER LETTO QUESTO POST.
SE TI FA PIACERE COMMENTA, SUGGERISCI, CRITICA.
OGNI COMMENTO È BEN ACCETTO E ARRICCHISCE IL BLOG.