La Rete

LA RETE DIGITALE PUÒ ESSERE UN LUOGO RICCO DI UMANITÀ, NON UNA RETE DI FILI MA DI PERSONE UMANE.
Papa Francesco

BENVENUTO

BENVENUTO E GRAZIE PER IL TEMPO CHE DEDICHI A QUESTO BLOG. MI FA DAVVERO PIACERE CHE TU SIA QUI CON TUTTE LE SCELTE POSSIBILI CHE INTERNET OFFRE OGGI. SENTITI LIBERO DI CONDIVIDERE E COMMENTARE. I TUOI COMMENTI ARRICCHIRANNO IL BLOG E CHIUNQUE PASSERÀ DI QUI. SE LO DESIDERI PUOI ANCHE SCRIVERMI UTILIZZANDO
Il Modulo di Contatto Blog O SCRIVENDO A
sinforosacastoro@gmail.com

AGORÁ

AGORÁ. È L'ANIMO CHE DEVI CAMBIARE NON IL CIELO SOTTO CUI VIVI. L.A.Seneca.

GRAZIE PER L'ATTENZIONE

lunedì 26 febbraio 2018

Cavallo di Troia

Le storie mitologiche sono belle e accendono la fantasia, anche dei più piccoli e allora perché non raccontarle con estrema sintesi e un pizzico di magia?
Loro, i bambini, ne rimarranno entusiasti, non solo perché li introdurremo in un racconto fiabesco e che ritroveranno anche nei livelli scolastici superiori e del quale avranno un sentore, seppur vago, ma, soprattutto, perché inizieranno ad appassionarsi alla storia e alla letteratura.


CAVALLO DI TROIA

Dopo tanti anni di guerra, i greci, sotto la guida di Ulisse, progettano di entrare nella città di Troia con un inganno. 
Epeo, con l'aiuto di Atena, dea della sapienza, della guerra e delle arti, costruisce un enorme Cavallo di legno che viene poi abbandonato sulla spiaggia nei pressi della città, mentre loro, gli Achei, fingono di ritornare in patria, in realtà si nascondono nella vicina isola di Tenedo, mentre all'interno del cavallo si nascondono i più valorosi soldati tra i quali Agamennone, che diventerà re di Micene e lo stesso Ulisse. 
I Troiani sono convinti che la guerra sia finita tanto che Laoconte, guerriero troiano e sacerdote del dio Apollo, consiglia di bruciare quel Cavallo abbandonato sulla spiaggia. Per portare a termine il piano escogitato dagli Achei, entra in gioco il giovane Sinone, cugino di Ulisse, che si offre volontario per ingannare i troiani. Si consegna al nemico e assicura loro che gli Achei stanno facendo ritorno in patria poiché non hanno più l'appoggio di Atena in quanto Ulisse ha profanato il suo tempio nella città di Ilio.

Finalmente convinti dal giovane Sinone, i Troiani trasportano il cavallo dentro le mura della città abbattendo persino parte dei muri ciclopici di Ilio e iniziano a festeggiare la vittoria inaspettata, mentre Sinone avverte la flotta greca nascosta sull'isola di Tonedo di stare pronta a intervenire.
Scende la notte, i soldati nascosti nel cavallo escono all'aperto e complice il buio riescono a uccidere le sentinelle e aprire le porte della città. La fine di Troia è vicina. Entrano gli Achei, incendiano la città e uccidono tutti i suoi abitanti, la battaglia continua anche il giorno seguente quando Troia sarà distrutta. L'eroe Enea, uno dei pochi rimasti in vita, si carica sulle spalle suo padre, prende per mano suo figlio ed esce dalla città in fiamme.


sinforosa castoro
Vai ad altre storie

20 commenti:

  1. Il cavallo di troia è un classico.
    Ciao Sinforosa.

    RispondiElimina
  2. È una vecchia bella fiaba. Ciao ciao.
    sinforosa

    RispondiElimina
  3. Grande classico della mitologia :)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sempre bello da raccontare e ascoltare. Ciao Miki, buona gelida serata.
      sinforosa

      Elimina
  4. Cara Sinforosa, si parla della storia del cavallo di Troia.
    Ciao e buona settimana con un abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È una storia che tutti conosciamo e che ci rimanda indietro nel tempo. Buona serata, Tomaso, e grazie per essere passato.
      sinforosa

      Elimina
  5. Che belli i disegni che accompagnano il pezzo di Omero riadattato per i bambini. Molto brava Sinforosa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I disegni sono davvero unici. Grazie Mirtillo e buona serata.
      sinforosa

      Elimina
  6. il disegno un po' unicorno, un po' minipony, un po' cavallo di troia... la sintesi perfetta 😂.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione, Anna, un po’ di tutto, la bimba che l’ ha disegnato ci ha messo del suo, altro che Atena ed Epeo! 😉
      Buona giornata e grazie per essere passata.
      sinforosa

      Elimina
  7. Grande classico, sempre bello da leggere.
    Serena giornata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sempre, a ogni età. Buon pomeriggio.
      sinforosa

      Elimina
  8. Gran bel post Sinforosa. Anche a me piacciono tanto i disegni. La storia raccontata così l'adoro.
    Baci e buona Domenica!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Pia, sei troppo generosa, per quanto riguarda la storia da me raccontata, è ovvio, per quanto riguarda i disegni sono davvero particolarissimi, come tutti quelli dei bambini, del resto. Buon pomeriggio.
      sinforosa

      Elimina
  9. Mi piace tanto guardare i disegni dei bambini ... E la mitologia mi ha sempre affascinato
    Ciao Sinforosa , buona giornata
    Un sorriso a te : )

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Davanti ai disegni dei bambini ci si potrebbe anche perdere nell’osservare tutti i particolari, nell’immaignare la loro logica, che è diversa da quella di noi adulti. Insomma, sono davvero bellissimi. Grazie mille e buon pomeriggio.
      sinforosa

      Elimina
  10. Risposte
    1. Bene, spero le sia piaciuto, salutamela. Buon pomeriggio.
      sinforosa

      Elimina
  11. Dal disegno esce forse più l'amore per i Minipony che per le antiche leggende ma... vediamola come una versione moderna! 😃 E comunque bravissima la bambina autrice dell'equina immagine, non è facile nemmeno per un illustratore disegnare un cavallo e lei sicuramente ne ha colto dei tratti distintivi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, lei ha questa immagine di cavallo e io mi immagino il cavallo di Troia con queste sembianze 😂😂😂.
      sinforosa

      Elimina

GRAZIE PER AVER LETTO QUESTO POST.
SE TI FA PIACERE COMMENTA, SUGGERISCI, CRITICA.
OGNI COMMENTO È BEN ACCETTO E ARRICCHISCE IL BLOG.

* Se commenti su questo blog devi essere loggato con Google.

* Devi essere consapevole che il TUO username resterà inserito nella pagina web e sarà cliccabile e che potrà rimandare al TUO Profilo di Blogger o a quello di Google+
POLICY PRIVACY

ULTIMI COMMENTI

ARCHIVIO

CERCA NEL BLOG

RUBRICHE

Ai genitori (66) Avviso ai naviganti (56) Bestiario (6) Bibbia (29) Burattini & Compagni (74) Canzoni (7) Canzoni d'Autunno (10) Canzoni di Primavera (6) Canzoni Ed. religiosa (2) Canzoni Inverno (3) Canzoni Natale (4) Canzoni per primi giorni di scuola (10) Canzoni/Gioco (6) Carnevale in tutti i gusti (14) Casa dolce casa (11) Chiamiamole poesie (3) Competenze e Abilità (72) Cuccioli di casa (16) Documenti della Chiesa (12) Educazione Religiosa (26) Fatti da me (11) Fede e mondo (5) Festa del papà (12) Festa della mamma (10) Festa di san Valentino (5) Festa santa Lucia (12) Fiaba &Favola (7) Filastrocche/Poesie (42) Filastrocche/Poesie Autunno (13) Filastrocche/Poesie Estate (10) Filastrocche/Poesie Inverno (18) Filastrocche/Poesie Natale (14) Filastrocche/Poesie Pasqua (2) Filastrocche/Poesie Primavera (19) Filastrocche/Poesie Santa Lucia (4) Film (1) Fotografie (26) Giochi (68) Giubileo (3) Il Blog ne parla (117) La Bibbia in briciole (102) La parola ai lettori (36) Linguaggio Grafico-Pittorico 3-6 anni (12) Maestra raccontaci una storia (39) Mitologia raccontata ai bambini (5) Natale (53) Numeri primi (97) Parole di Bimbi (135) Pasqua (41) Percorso sulle emozioni (8) Pianeta scuola (49) Piccoli Artisti (72) Pinocchio e altri Libri per l'Infanzia (20) Post-it: Pensieri... Riflessioni (50) Preghiamo (28) Preghierine (14) Racconti di un pellegrino russo (5) Sacrarmonia (8) Santi: vita e parole (39) Scaffali di memoria (3) Strettamente Personale (59) Temi "grandi" per bimbi piccoli (12) Tutticoloridellemozioni (117)

PRELEVA E REGALA

PRELEVA E REGALA

PRELEVA E REGALA