La Rete

LA RETE DIGITALE PUÒ ESSERE UN LUOGO RICCO DI UMANITÀ, NON UNA RETE DI FILI MA DI PERSONE UMANE.
Papa Francesco

BENVENUTO

BENVENUTO E GRAZIE PER IL TEMPO CHE DEDICHI A QUESTO BLOG. MI FA DAVVERO PIACERE CHE TU SIA QUI CON TUTTE LE SCELTE POSSIBILI CHE INTERNET OFFRE OGGI. SENTITI LIBERO DI CONDIVIDERE E COMMENTARE. I TUOI COMMENTI ARRICCHIRANNO IL BLOG E CHIUNQUE PASSERÀ DI QUI. SE LO DESIDERI PUOI ANCHE SCRIVERMI UTILIZZANDO
Il Modulo di Contatto Blog O SCRIVENDO A
sinforosacastoro@gmail.com

AGORÁ

AGORÁ. È L'ANIMO CHE DEVI CAMBIARE NON IL CIELO SOTTO CUI VIVI. L.A.Seneca.

GRAZIE PER L'ATTENZIONE

sabato 7 luglio 2018

Mamme scuola e capricci

Ammettiamolo, di anno in anno la scuola si fa sempre più faticosa.
Gli anni sono passati e i bambini, chissà perché, si sono fatti sempre più egocentrici e aggressivi. Mi spiace per tutti coloro che immaginano i cuccioli d'uomo buoni-belli-accondiscendenti, ma non è così.
Si sa che il bambino non nasce altruista bensì egoista, non per niente le prime parole sono caratterizzate da io, io, io, io. Sta ai genitori correggere questo pronome e trasformarlo in tu. I genitori, troppo spesso, purtroppo, non ce la fanno. Dinanzi a quello sguardo non sanno resistere e quindi non correggono, non spiegano, non rimproverano e quando ci vuole non sanno dire un bel e deciso NO, COSÌ NON SI FA.
E così ci ritrova scuola dove magari una ventina di cuccioli della stessa età, e quindi con le stesse pretese e attese, si rincorrono, si strattonano, si morsicano, si picchiano, si danno calci e pugni, si buttano per terra urlanti e sbraitanti senza una sola lacrima di sofferenza solo perché vogliono il gioco che tiene fra le mani il compagno. Quanta fatica a far comprendere che il gioco è di tutti e non solo tuo, che i pastelli sono di tutti e non solo tuoi, che quando si va in bagno, a tavola, in salone, non si devono strattonare i compagni solo per arrivare primi, perché ci si potrebbe far male e che quando... la lista potrebbe essere infinita.
Tutto questo fa parte del mestiere di maestra, è ovvio, quello che più mi lascia basita, tuttavia, è che sempre meno mamme (forse sono più i papà) al termine della giornata chiedono come si è comportato il proprio bambino/a. Non una sola parola sulla prepotenza del proprio bimbo/a, non una sola nota sul fatto che il piccolo, la piccola, per un nonnulla, faccia un capriccio via l'altro, risponda a tono alla maestra e agli adulti della scuola, graffi e morsichi i compagni lasciando segni inequivocabili e se poi la maestra osa riferire: «Signora, oggi è stata una vera birichina, un vero birichino» si senta rispondere «... è, ma anche gli altri... ».
Care mamme, se la maestra arriva a dirvi che il vostro bambino/bambina si sta comportando male è perché, a differenza degli altri, sta superando quel limite accettabile, insomma, sta andando oltre e il vostro bambino/a non ha certo bisogno di sentirsi giustificato/a da voi, bensì ha bisogno di sentirsi dire, anche dalla propria mamma, oltre che dalla maestra, che deve migliorare il suo comportamento, solo così, care mamme, potremo, insieme, voi genitori e noi insegnanti, aiutarlo/la a diventare "grande".




sinforosa castoro

27 commenti:

  1. Cara Sinforosa, credo di averti capito molto bene.
    Credo che bisognerebbe aprire una scuola, con la quale insegnare alle mamme il giusto modo di educare i bambini...
    Ciao e buon fine settimana con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grande saggezza la tua, Tomaso, si potrebbero fare corsi estivi per genitori, forse riusciremmo a crescere nuove generazioni più responsabili e in gamba. Buon pomeriggio e grazie mille per essere qui.
      sinforosa

      Elimina
  2. Ma io davvero prenderei seri provvedimenti... non scolastici, proprio CONTRO I GENITORI.

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credimi, Miki, non tutti, certo, ma oggigiorno la maggioranza dei genitori considera il figlio un “bene di famiglia” da preservare, e avere a che fare con tali tipologie di genitori non è per niente facile. Buona serata.
      sinforosa

      Elimina
  3. E' l'altro lato della medaglia del tuo bellissimo lavoro. Purtroppo i bambini sono anche capricci e comportamenti maleducati. Ma ha ragione il Moz: bisogna prendere provvedimenti contro i genitori! Che li viziano e li difendono sempre, anche quando hanno torto marcio. Ah, i vecchi ceffoni di una volta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il genitore, giustamente, avrebbe possibilità di correggere anche con qualche piccola punizione, ma difficilmente lo fa, perché è più semplice e gratificante per lui, per il genitore, evitare scontri col figlio, facendo questo, però, non lo educa e i risultati negativi, purtroppo, non tarderanno ad arrivare. Buona serata e grazie per il tuo contributo.
      sinforosa

      Elimina
  4. Carissima Sinforosa son d'accordo con te, quante volte al telegiornale si sente che un genitore arriva a picchiare la maestra, perché si è permessa solo di darle un brutto voto, credono di fare il loro bene, invece è tutto il contrario, baci e buon fine settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I fatti incresciosi della cronaca scolastica sono segnali preoccupanti di figure genitoriali incapaci di educare e di futuri cittadini che saranno incapaci di confrontarsi “con la vita”. Grazie Michela per il tuo commento e serena domenica.
      sinforosa

      Elimina
  5. Ho sempre educato Lorenzo al no, senza lasciarmi intenerire dalle sue finte lacrime.
    Spero di aver fatto un buon lavoro.
    A settembre lo scoprirò, ma di sicuro non sarò mai una di quelle madri che difendono i figli a priori. Anzi. Un bel rimprovero non glielo toglierà nessuno se la maestra mi farà notare comportamenti inadeguati.
    Incrocia le dita per me cara Sinforosa.
    Buona serata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Proprio così si stabilisce quella vera cooperazione educativa fra insegnanti e genitori, perché se il bambino intuisce che il genitore si fida della maestra e viceversa è inevitabile che non potrà farla da padrone e dovrà vedersela con le regole, che poi sono le regole che incontrerà lungo tutta la sua vita. Ciao Claudia e sii fiduciosa, tutto andrà bene. Buona serata.
      sinforosa

      Elimina
  6. Cara Sinforosa
    anni addietro ho lavorato con i bambini e, mentre mi capitava di osservare che, se ammonivo un bambino questi chiedeva anche scusa riuscendo a comprendere e diventando più malleabile, nel contempo mi capitavano genitori sempre più boriosi e pieni di sè che al contrario dicevano al figlio "No! tu puoi fare ciò che vuoi ..." ho estratto un pezzo di racconto per dire che i primi a dover essere educati sono i genitori perchè se è vero che la virtù è nel giusto mezzo, così non si può andare avanti; Essere genitore non è facile e ci vuole molta responsabilità non accondiscendenza! A questo punto anche io mi accodo al pensiero di Moz, buona serata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh si, Stefania, essere l’esperienza è l’esperienza più bella, completa, appagante che un essere umano può provare in questa vita, tuttavia è una grandissima responsabilità che inizia ancor prima che il figlio venga alla luce e finisce col finire della tua vita, molti genitori non si rendono conto di questo o non hanno le giuste capacità o consapevolezza. Ci sono genitori per cui i figli sono come “trofei” da mostrare, ci sono genitori che invece non sopportano il loro modo di essere e di esprimersi e quindi si limitano ad “allevarli”. I bambini hanno bisogno di sentirsi amati, non adorati o ignorati. Hanno bisogno di attenzioni e contenimento. Hanno bisogno di sicurezze e serenità. Insomma, i bambini hanno bisogno di genitori adulti e responsabili e oggigiorno gli adulti, sovente, sono poco adulti e non molto responsabili. Ciao Stefania e grazie anche a te per il commento. Buona serata.
      sinforosa

      Elimina
    2. Perdona l’errore: essere genitore è l’esperienza...

      Elimina
    3. ... che un essere umano possa provare (ancora errori😳)

      Elimina
    4. Ah ah ah tranquilla ... sapessi quanti errori faccio io! comunque sono d'accordo su tutto! a presto

      Elimina
    5. Grazie Stefania. Buona serata.
      sinforosa

      Elimina
  7. I totally agree with you, children are becoming more aggressive now a days.
    My New Post | Instagram | Bloglovin

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fromyour words it is perceived that it is a general problem, unfortunately. Have a nice Sunday.
      sinforosa

      Elimina
  8. Genitori e insegnanti devono collaborare , stabilire delle regole e pretendere che siano rispettate non significa non tener conto del bambino, anzi lo si aiuta a crescere nel rispetto degli altri e a dare il giusto valore alle cose. Con Sole sono una mamma tenera ma allo stesso tempo ferrea, ci sono dei paletti e dei limiti che non deve superare e anche dei no che deve accettare.
    Buona domenica!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Brava Amanda, da quel poco che ho percepito sei una brava mamma, continua così. Un abbraccio.
      sinforosa

      Elimina
  9. Come ben sai io sono totalmente d'accordo con te, Sinforosa.
    Non sono un'insegnante ma da mamma ho fatto già vari anni di esperienza con i monelli tra scuola dell'infanzia e scuola primaria. E ho raccolto spesso le parole di sconforto degli insegnanti che non trovano la giusta collaborazione da parte dei genitori.
    Dove più dove meno mi sembra sia un aspetto comune della realtà scolastica attuale. Che tristezza...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È un vero problema, Maris, credimi, anche perché se ci fosse fiducia e vera collaborazione il lavoro di educatrici (genitori e insegnanti) non solo sarebbe meno faticoso ma porterebbe a risultati migliori. Pazienza. Buon pomeriggio.
      sinforosa

      Elimina
  10. Cara Anna, sono otto anni che faccio l'estate ragazzi, certi bambini li ho visti nascere e crescere, ma credimi mai come quest'anno, molti di loro, sono dei veri maleducati...rispondono, parolacce,non seguono le regole dei giochi, barano, tendono a fare dispetti ai compagni... Insomma sono difficilissimi da seguire...e quando la sera i genitori vengono a prenderli, guai a dire loro che il figlio si è comportato male...loro ti rispondono "senz'altro è stato provocato"...Sono delusa da questi bambini, che non hanno regole e che rispondono con parolacce... Un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai detto tutto, cara Valeria, tu capisci quanto sia difficile oggigiorno avere a che fare coi bimbi, ma più ancora con i loro genitori. Il fatto è che questi genitori non si rendono conto che giustificare sempre e comunque i loro figli fanno il loro male e lo vedranno col passare degli anni. Mah! Ciao Valeria e grazie mille per il tuo prezioso contributo.
      sinforosa

      Elimina
  11. MARTEDÌ 10 LUGLIO 2018
    La mappa dell'intolleranza...

    Scusami Sinforosa, non riesco a commentare sul blog di cavaliere oscuro del web..e potendolo fare da te .
    Ho collegato il reale con il virtuale ...la realtà del tuo post ma anche e purtroppo la realtà virtuale del post di cavaliere....


    È tutto collegato...qualcosa di bene e di buono esiste,ma ci vuole molta pazienza e forza soprattutto nel non ricadere in altri errori volendo con tutta la buona fede fare emergere e condividere ciò che non viene considerato come valore di base ,cioè il rispetto!
    Rispetto per l'ambiente ,le persone e gli animali....

    Credo che la famiglia abbia un grande senso di responsabilità nel educazione verso i figli...venendo meno aimeh ... passa a farne regola il cattivo comportamento,e da questo si arriva ad una società molto malata...
    Ma credo che fin qui molti di noi ci sono arrivati ...adesso è il seguito che chiede molta forza... Ognuno ubbidisca a quel "richiamo" di far qualcosa nel modo migliore in cui possa o sente di farcela...questo volevo dire...questo è importante!
    Grazie.

    L.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Linda, hai fatto benissimo a postare il tuo commento che è una chiara lettura del tempo attuale. Certo che ci sono realtà “buone”, e ce ne sono tante anche se poco “pubblicizzate”, purtroppo l'educazione in questi ultimi tempi pare sia l’ultima delle preoccupazioni dei genitori e questo perché sovente il figlio è vissuto come “bene personale” più che un individuo “altro da me” da educare e aiutare a diventare adulto e perciò indipendente e responsabile. Come dici tu: forza e coraggio nell’impegno. Buona giornata e grazie per essere passata.
      sinforosa

      Elimina

GRAZIE PER AVER LETTO QUESTO POST.
SE TI FA PIACERE COMMENTA, SUGGERISCI, CRITICA.
OGNI COMMENTO È BEN ACCETTO E ARRICCHISCE IL BLOG.

* Se commenti su questo blog devi essere loggato con Google.

* Devi essere consapevole che il TUO username resterà inserito nella pagina web e sarà cliccabile e che potrà rimandare al TUO Profilo di Blogger o a quello di Google+
POLICY PRIVACY

ULTIMI COMMENTI

ARCHIVIO

CERCA NEL BLOG

RUBRICHE

Ai genitori (68) Avviso ai naviganti (54) Bestiario (6) Bibbia (29) Burattini & Compagni (76) Canzoni (8) Canzoni d'Autunno (10) Canzoni di Primavera (5) Canzoni Ed. religiosa (3) Canzoni Inverno (3) Canzoni Natale (4) Canzoni per primi giorni di scuola (10) Canzoni/Gioco (6) Carnevale in tutti i gusti (14) Casa dolce casa (11) Chiamiamole poesie (3) Competenze e Abilità (73) Cuccioli di casa (17) Documenti della Chiesa (12) Educazione Religiosa (26) Fatti da me (11) Fede e mondo (5) Festa del papà (12) Festa della mamma (10) Festa di san Valentino (5) Festa santa Lucia (9) Fiaba &Favola (7) Filastrocche/Poesie (44) Filastrocche/Poesie Autunno (16) Filastrocche/Poesie Estate (13) Filastrocche/Poesie Inverno (18) Filastrocche/Poesie Natale (14) Filastrocche/Poesie Pasqua (2) Filastrocche/Poesie Primavera (19) Filastrocche/Poesie Santa Lucia (4) Film (1) Fotografie (34) Giochi (84) Giubileo (3) I MERCADONTE (1) Il Blog ne parla (135) Iniziative (8) La Bibbia in briciole (108) La nostra lingua (1) La parola ai lettori (37) Linguaggio Grafico-Pittorico 3-6 anni (12) Maestra raccontaci una storia (39) Mitologia raccontata ai bambini (5) Natale (53) Numeri primi (105) ORSO OLIANDRI... (6) Parole di Bimbi (138) Pasqua (41) Percorso sulle emozioni (8) Pianeta scuola (51) Piccoli Artisti (72) Pinocchio e altri Libri per l'Infanzia (20) Post-it: Pensieri... Riflessioni (51) Preghiamo (28) Preghierine (14) Racconti di un pellegrino russo (7) Sacrarmonia (8) Santi: vita e parole (46) Scaffali di memoria (3) Strettamente Personale (60) Temi "grandi" per bimbi piccoli (12) Tutticoloridellemozioni (125)

PRELEVA E REGALA

PRELEVA E REGALA

PRELEVA E REGALA