La Rete

LA RETE DIGITALE PUÒ ESSERE UN LUOGO RICCO DI UMANITÀ, NON UNA RETE DI FILI MA DI PERSONE UMANE.
Papa Francesco

BENVENUTO

BENVENUTO E GRAZIE PER IL TEMPO CHE DEDICHI A QUESTO BLOG. MI FA DAVVERO PIACERE CHE TU SIA QUI CON TUTTE LE SCELTE POSSIBILI CHE INTERNET OFFRE OGGI. SENTITI LIBERO DI CONDIVIDERE E COMMENTARE. I TUOI COMMENTI ARRICCHIRANNO IL BLOG E CHIUNQUE PASSERÀ DI QUI. SE LO DESIDERI PUOI ANCHE SCRIVERMI UTILIZZANDO
Il Modulo di Contatto Blog O SCRIVENDO A
sinforosacastoro@gmail.com

AGORÁ

AGORÁ. È L'ANIMO CHE DEVI CAMBIARE NON IL CIELO SOTTO CUI VIVI. L.A.Seneca.

GRAZIE PER L'ATTENZIONE

domenica 1 dicembre 2019

Santo Stefano

La celebrazione liturgica di santo Stefano è da sempre celebrata il giorno dopo Natale, il 26 dicembre, questo perché nei giorni seguenti alla manifestazione del Figlio di Dio, furono posti i comites Christi, i più vicini nel suo percorso terreno e i primi a renderne testimonianza con il martirio e così al 26 dicembre si fa memoria del primo martire della cristianità: Santo Stefano, protomartire.

L’etimologia del nome Stefano deriva dal greco e significa incoronato; in verità non si conosce di preciso l'origine di questo santo, ma una cosa certa, Stefano è stato uno dei primi giudei a seguire il Cristianesimo, rivestendo il ruolo di Diacono di Gerusalemme. Lo si legge, infatti, negli Atti degli Apostoli: a Stefano viene affidato il ministero diaconale, insieme ai discepoli Procoro, Filippo, Timone, Nicola di Antiochia e Parmenas. E Stefano svolge questo compito con grande dedizione; attivo nel convertire alla fede di Gesù gli ebrei della diaspora, per questo gli ebrei vedono in lui un nemico da sconfiggere, accusandolo di pronunciare parole blasfeme ed offensive nei confronti di Dio e di Mosè e sobillando per questo il popolo contro di lui.
...Costui non cessa di proferire parole contro questo luogo sacro e contro la legge. Lo abbiamo udito dichiarare che Gesù il Nazareno, distruggerà questo luogo e cambierà le usanze che Mosè ci ha tramandato”... Alla domanda del Sommo Sacerdote. “Le cose stanno proprio così?”, Stefano risponde pronunciando quello che è il più lungo dei discorso degli Atti degli Apostoli. 
Stefano parla ai presenti ripercorrendo tutta la Sacra Scrittura dai patriarchi e profeti, all'avvento del Signore e affermando che gli Ebrei hanno sempre risposto con durezza di cuore a queste verità.
Rivolto poi direttamente ai sacerdoti del Sinedrio conclude
"O gente testarda e pagana nel cuore e negli orecchi, voi sempre opponete resistenza allo Spirito Santo; come i vostri padri, così anche voi. Quale dei profeti i vostri padri non hanno perseguitato? Essi uccisero quelli che preannunciavano la venuta del Giusto, del quale voi ora siete divenuti traditori e uccisori; voi che avete ricevuto la Legge per mano degli angeli e non l’avete osservata”.
Mentre l’odio e il rancore dei presenti aumentava contro di lui, Stefano ispirato dallo Spirito, alzò gli occhi al cielo e disse: “Ecco, io contemplo i cieli aperti e il Figlio dell’uomo, che sta alla destra di Dio”.
Davanti a tali dichiarazioni i presenti insorgono contro di lui. Lo trascinano fuori dalle mura della città e lì incominciarono a lanciargli pietre, deponendo ai piedi di un giovane di nome Saulo (il futuro Apostolo delle Genti, San Paolo),che assisteva all'esecuzione, i loro mantelli.
Mentre il giovane diacono crolla insanguinato sotto i colpi di quelle pietre prega dicendo: “Signore Gesù, accogli il mio spirito. Signore non imputare loro questo peccato”. 
Stefano viene seppellito da alcune persone che lo sottraggono alla furia della gente e delle bestie, mentre nella città di Gerusalemme incomincia a scatenarsi una violenta persecuzione contro i cristiani, comandata da Saulo.
Le reliquie di Santo Stefano si sparsero in tutta Europa, si dice che molti miracoli avvennero solo toccandole o visitando la tomba in cui era sepolto il Santo.
Sorsero chiese, basiliche e cappelle in suo onore. A Roma se ne contavano una trentina, delle quali la più celebre è quella di S. Stefano Rotondo al Celio, costruita nel V secolo da papa Simplicio.
Nell'arte, il Protomartire, è stato sempre raffigurato con indosso la dalmatica, la veste liturgica dei diaconi.



sinforosa castoro

32 commenti:

  1. Cara Sinforosa, la chiarezza che ci ai spiegato, e straordinaria...
    Per ora ti ringrazia con tutto il cuore.
    Ciao e buona domenica con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso 

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te di cuore per l’attenzione. Buona serata e buon inizio di dicembre.
      sinforosa

      Elimina
  2. passo x un saluto e x comunicarti che ho ricevuto l email :-) ti ho risposto poco fa...ciao!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Fiore. Buona serata e buon dicembre.
      sinforosa

      Elimina
  3. Sapevo che santo Stefano era stato martizzato ma non conoscevo la sua storia. Cara Sinfo, ti auuguro un buon mese di dicembre e un buon Avvento, in attesa del S. Natale. Ciaooo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buon mese di dicembre a te e buon tempo di Avvento, perché sia davvero un tempo di Grazia per tutti . Ciao ciao Mirtillo.
      sinforosa

      Elimina
  4. Molto interessante questo post su Santo Stefano.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Stefania, penso che la vita dei santi sia sempre interessante perché non c’è un santo uguale a un altro così come non è mai esistito e non esiste una persona identica a un’altra, in questo sta l’infinita creatività del Creatore. Buona serata.
      sinforosa

      Elimina
  5. Non sapevo niente di Santo Stefano.
    Ciao sinforosa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Davvero? È un santo conosciuto, non fosse altro che negli Atti c’è il suo lungo e meraviglioso discorso. Ti ringrazio per l’attenzione. Buona serata.
      sinforosa

      Elimina
  6. Sapevo che S.Stefano era il primo martire . La mia
    Basilica porta il nome del Santo e anche il Parroco
    si chiama Don Stefano .
    Ti auguro un buon Dicembre e una buonanotte .
    Laura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedi! Allora il 26 dicembre fai gli auguri al tuo parroco anche da parte mia. Buona serata Laura e buon dicembre.
      sinforosa

      Elimina
  7. Non sono cristiano (non sono religioso in generale) ma mi appassiona la storia, e quindi il lato storico della tua narrazione su Stefano l'ho trovata molto interessante.
    Ciao.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa piacere, come dicevo a Stefania la vita dei santi è sempre interessante perché conoscendo le loro vicende, le loro persone si conosce un po’ di più anche la storia che gira attorno a loro.
      Se hai voglia e tempo, ti invito a leggere il capitolo sette degli Atti degli Apostoli, un libro del Nuovo Testamento, ebbene in questo capitolo Stefano riassume per sommi capi tutta la storia della salvezza e lo fa in modo magistrale. Ciao Andrea, buona serata.
      sinforosa

      Elimina
  8. Atti cap. 7. lapidato di Stefano e Saulo é presente (Paolo). Certo che lo sai Gus. Buonanotte Anna. Primo protodiacono San Stefano!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Francesco, tu sei un diacono come lo è stato Stefano, un privilegio. Buona serata.
      sinforosa

      Elimina
  9. Grazie per aver condiviso la vita di S. Stefano.Baci.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te, Gabriella, per l’attenzione. Buona continuazione di giornata.
      sinforosa

      Elimina
  10. Glad to know more about St Stephen, Sinforosa. You explained it very clear and impressive.

    Take care, Sinforosa!
    The weather is very bad sometime.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Thanks for your attention. The life of the saints is exciting. Happy December and good afternoon.
      sinforosa

      Elimina
  11. Un bel post.
    Buon inizio settimana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Giancarlo, buona settimana a te e buon pomeriggio.
      sinforosa

      Elimina
  12. Risposte
    1. Thank you for your interest. Happy December and good afternoon beginning of the week.
      sinforosa

      Elimina
  13. Mio fratello si chiama Stefano… e così i nostri onomastici sono, rispettivamente, il giorno dopo Natale ed il giorno dopo i Morti! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. in questo modo non ci si può dimenticare. Ciao Silvia. Buon pomeriggio di inizio settimana.
      sinforosa

      Elimina
  14. A prescindere dalle proprie credenze, la Storia è per sempre la linfa delle nostre radici: interessante.

    Purtroppo il martirio è sempre stato un fenomeno presente in tutti i periodi storici ed in tutte le culture, era sufficiente testimoniare e sostenere il proprio ideale, o fede, anche a costo di perdere la vita, che rischiavi seriamente di essere "accontentato" e di diventare un martire.

    La cosa peggiore è che non abbiamo imparato dai nostri "Santi" ed ancora oggi, per chi la pensa diversamente dalla "maggioranza" o da chi detiene il potere, è previsto il martirio e non saprei dire se quello "moderno", leggi ad esempio " mediatico", sia migliore o peggiore della vecchia "lapidazione" …

    Un Bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci proponi una bella riflessione.
      Per chi ha fede il sangue dei martiri è linfa vitale per la Chiesa, per la diffusione della Buona Novella, anche oggi in varie parti del mondo molti sono i chiamati al martirio, tutti coloro che sono uccisi a "causa" del Vangelo.
      Poi ci sono tutti i credenti convinti che, proprio perché convintamente credenti, sono presi di mira in quanto oggi come oggi credere in Gesù Cristo sembra sia passato di moda. È una forma di martirio anche questa, certo, ovviamente molto ma molto meno cruenta di quella chiesta a chi non esita a rinunciare alla propria vita pur di conservare la Fede.
      Ciao Folletto e buon pomeriggio. Grazie per questo tuo prezioso commento.
      sinforosa

      Elimina
  15. Scusa Sinfo,se non c'entra con il tuo poste interessante.
    Vorrei sapere dove posso leggere il tuo meme.
    Cro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se ti riferisci a quello di Nick questo è il link:

      https://sinforosacastoro.blogspot.com/2019/11/franken-meme-di-nocturnia-edizione-2019.html

      Ciao Cristiana, grazie ancora. Buona serata.
      sinforosa

      Elimina
  16. Grazie cara Sinforosa per queste notizie sul primo martire santo Stefano.
    Un abbraccio
    Maria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te, Maria, per l'attenzione. Buon pomeriggio.
      sinforosa

      Elimina

GRAZIE PER AVER LETTO QUESTO POST.

OGNI COMMENTO È UN REGALO E ARRICCHISCE IL BLOG

AVVISO
* Pur sapendo che è limitativo e me ne dispiace, per preservare i Lettori da commenti offensivi da parte di eventuali Blogger non educati e irrispettosi (come è successo, purtroppo), i commenti sono in moderazione e pubblicati il prima possibile.

*La RESPONSABILITÀ del commento è sempre dell'AUTORE.

* Devi essere consapevole che il TUO username resterà inserito nella pagina web e sarà cliccabile e che potrà rimandare al TUO Profilo di Blogger
POLICY PRIVACY

* Il Blog segue la BLOGTIQUETTE (qui sotto)
https://it.wikipedia.org/wiki/Blogtiquette

AIUTIAMO I BAMBINI DEL KOSOVO

ULTIMI COMMENTI

ARCHIVIO

CERCA NEL BLOG

RUBRICHE

PRELEVA E REGALA

PRELEVA E REGALA

PRELEVA E REGALA

PRELEVA E REGALA

PRELEVA E REGALA