La Rete

LA RETE DIGITALE PUÒ ESSERE UN LUOGO RICCO DI UMANITÀ, NON UNA RETE DI FILI MA DI PERSONE UMANE.
Papa Francesco

BENVENUTO

BENVENUTO E GRAZIE PER IL TEMPO CHE DEDICHI A QUESTO BLOG. MI FA DAVVERO PIACERE CHE TU SIA QUI CON TUTTE LE SCELTE POSSIBILI CHE INTERNET OFFRE OGGI. SENTITI LIBERO DI CONDIVIDERE E COMMENTARE. I TUOI COMMENTI ARRICCHIRANNO IL BLOG E CHIUNQUE PASSERÀ DI QUI. SE LO DESIDERI PUOI ANCHE SCRIVERMI UTILIZZANDO
Il Modulo di Contatto Blog

martedì 23 agosto 2016

Immigrazione

Oggi pongo una domanda, anzitutto a me stessa: immigrazione, circolazione di popoli, mescolanza di popoli. Quale futuro?



















sinforosa castoro

lunedì 22 agosto 2016

Gianna Jessen. Sopravvissuta

Questo bellissimo Post me lo ha regalato, parola per parola, la cara amica Betty.
In uno dei suoi commenti a questo Post, ho scoperto questa strabiliante storia, una storia che sa di miracolo o per chi non crede ai miracoli straordinaria, incredibile. Non vi resta che leggerla, ascoltarla e, sarebbe bello, condividerla.
Grazie ancora Betty
A proposito, vi invito a visitare i suoi due bellissimi Blog  2 .

Quando la vita vince nonostante tutto...
Commovente e toccante testimonianza di una donna sopravvissuta all'aborto

Gianna Jessen è una donna minuta, dallo sguardo fiero, ha una luce negli occhi fuori dal comune, e un sorriso accattivante; una donna che è stata capace di trasformare la sua vita in un capolavoro.
Gianna Jessen è nata a Los Angeles in una clinica per aborti legata all'associazione Planned Parenthood.
La clinica aveva consigliato alla madre di Gianna, giunta alle fine del sesto mese di gravidanza, di abortire con aborto salino, una tecnica abortista usata prevalentemente dopo il primo trimestre.
(Essa consiste nell'iniettare nell'utero una soluzione salina che corrode il feto e porta alla sua morte, dovuta, tra l'altro, all'alterazione delle funzioni della placenta.
In seguito, a causa delle contrazioni uterine, il feto viene espulso morto entro le seguenti 24 ore).

A dispetto dei piani umani, Gianna invece vede la luce, la tecnica dell’aborto salino non funziona e lei nasce viva dopo 18 ore.

Per una serie di circostanze fortunate, quali l’assenza del medico che doveva terminare il lavoro e il pietoso gesto di un’infermiera che, anziché adeguarsi a quella che era la pratica comune di allora, cioè quella di sopprimere i sopravvissuti agli aborti per strangolamento o soffocamento, lasciandoli morire, o buttandoli via, la portò in ospedale.
(Per fortuna il 5 maggio del 2002 questa terribile e disumana pratica venne abolita dal presidente Bush firmando la legge di Protezione dei nati vivi).

Gianna alla nascita pesava solo nove etti, e la carenza di ossigeno causata dall'aborto le ha procurato una paralisi cerebrale e muscolare, ma nonostante tutto imparò a camminare con tutore all'età di 3 anni.
La bambina fu adottata a tre anni, e a venti anni, grazie alle cure mediche e alla fisioterapia, riuscì a ottenere la capacità di camminare senza tutore, anche se con molte difficoltà, fino a correre nel 2006 la maratona di New York per sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema dell’aborto.
Gianna ha perdonato sua madre per aver tentato di abortirla, il suo dolore si è trasformato in speranza, la sua rabbia in desiderio di realizzare una missione che si sta rivelando la vocazione della sua vita: ottenere la parità di diritti al nascituro così come avviene per la donna che lo ha concepito.
Nonostante la grave paralisi cerebrale, Gianna è sempre stata molto attiva nei movimenti che si oppongono all'aborto e ha raccontato la sua storia al Congresso degli Stati Uniti d'America e alla Camera dei Comuni del Regno Unito.
In questi due video c’è la sua toccante testimonianza, se avete un po’ di tempo (16 minuti), vi consiglio di ascoltarla.








sinforosa castoro

domenica 21 agosto 2016

Kandiski

Tutti voi conoscerete le forme astratte di questo fondatore dell'arte astratta: Vasilij Vasil'evič Kandinskij (Mosca 4 dicembre 1866 - Neuilly-sur-Seine 13 dicembre 1944). Be', lui non è che abbia dipinto solo forme astratte, ma i famosi cerchi di Kandinskij sono stati oggetto di dibattito a scuola. I bambini non solo si sono interessati a questo genere di pittura, che assomiglia molto alla loro, ma addirittura hanno creato dei cerchi, a parer mio, bellissimi e creativi.


























sinforosa castoro

sabato 20 agosto 2016

Jackie Wilson. To be loved

Considerato l'Elvis nero, è stato uno dei grandi performer di ogni tempo (pare abbia ispirato anche Michael jackson). La sua musica spaziò in differenti generi dal rhythm and blues al soul, al pop. All'età di quarantun anni, durante uno spettacolo, si sentì male, rimase in coma per quasi nove anni. Morì il 21 gennaio 1984, a cinquant'anni non ancora compiuti.





sinforosa castoro

venerdì 19 agosto 2016

Sfida 10

Era famoso il Romanzo in sei parole scritto da Hemingway per vincere una scommessa: «For sale: baby shoes, never worn» (Vendesi: scarpe per neonato, mai indossate).


Chi ha voglia di partecipare? Un racconto in sei parole con tema Figli.
Questi sono i miei. Quali preferite?

Il vero e unico disinteressato Amore.
Il cuore si moltiplica per ciascuno.
Ci rendete più simili al divino.


sinforosa castoro


Da Patricia 
Figli, pezzi di cuore che andranno.
Anime indipendenti resteranno dentro di noi.
Il nostro futuro, le nostre radici.


giovedì 18 agosto 2016

Aborto

Aborto sì, aborto no. Il soggetto di questo dibattito, mai finito e mai risolto, soprattutto per la donna, è o non è un essere che ha diritti? Non sta qui il il nocciolo della questione? Lascio a voi la riflessione dopo aver visionato QUI.
E per tutti coloro che sono nel dubbio, nella difficoltà, nel bisogno o semplicemente si sentono soli in un momento tanto importante come il decidere o no di tenere il bimbo, cliccare sul logo qui sotto.


Dalla rete

sinforosa castoro

mercoledì 17 agosto 2016

Busta porta...


Una bustina semplice semplice anche per le imbranate come me? Ecco le istruzioni


Un panno di stoffa

 Piegarlo  a metà

Ancora a metà

Cucire due dei quattro lati, cucire una chiusura 
(ripiegando un pezzetto di stoffa)
 e applicare un bottone

Ritagliare da un pezzetto di panno applicazioni a scelta

Applicarle con una semplice cucitura

Il porta occhiali/penne/trucchi/cellulare... è fatto

sinforosa castoro

ULTIMI COMMENTI