La Rete

LA RETE DIGITALE PUÒ ESSERE UN LUOGO RICCO DI UMANITÀ, NON UNA RETE DI FILI MA DI PERSONE UMANE.
Papa Francesco

BENVENUTO

BENVENUTO E GRAZIE PER IL TEMPO CHE DEDICHI A QUESTO BLOG. MI FA DAVVERO PIACERE CHE TU SIA QUI CON TUTTE LE SCELTE POSSIBILI CHE INTERNET OFFRE OGGI. SENTITI LIBERO DI CONDIVIDERE E COMMENTARE. I TUOI COMMENTI ARRICCHIRANNO IL BLOG E CHIUNQUE PASSERÀ DI QUA. SE LO DESIDERI PUOI ANCHE SCRIVERMI UTILIZZANDO
Il Modulo di Contatto Blog O SCRIVENDO A
sinforosacastoro@gmail.com

AGORÁ

AGORÁ. È L'ANIMO CHE DEVI CAMBIARE NON IL CIELO SOTTO CUI VIVI. L.A.Seneca.

GRAZIE PER L'ATTENZIONE

lunedì 6 ottobre 2014

Madonna del Rosario

Ieri la chiesa ha fatto memoria della Madonna del Santo Rosario. Questa festa fu istituita con il nome di Madonna della Vittoria dal papa Pio V a ricordo della battaglia di Lepanto del 7 ottobre 1571 nella quale la flotta cristiana sconfisse quella dell'Impero Ottomano, più forte di numero e di armi.

Il successore di Pio V, papa Gregorio XIII, la trasformò in festa della Madonna del Rosario: i cristiani attribuirono il merito della vittoria alla protezione di Maria, che avevano invocato recitando il Rosario prima della battaglia. Il Rosario è una preghiera semplice e si può pregare in qualunque luogo ci si trovi e in ogni momento della giornata. 
È stata la preghiera dalle nostre mamme, nonne e bisnonne, perché non pregarla ancor oggi nelle nostre case, magari in compagnia dei figli o nipoti? Basterebbe iniziare con una decina di Ave Maria per comprendere subito quanta pace e grazie doni questa preghiera.

sinforosa castoro

7 commenti:

  1. Ciao Sinforosa
    sono passata per dirti che ho appena pubblicato il widget che mi avevi suggerito... il "Widget scorrevole con i post più vecchi". Spero ti piaccia!

    RispondiElimina
  2. Ciao Sinforosa
    sono passata per dirti che ho appena pubblicato il widget che mi avevi suggerito... il "Widget scorrevole con i post più vecchi". Spero ti piaccia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Jole. Grazie di cuore. Sei un genio
      sinforosa

      Elimina
  3. La recita del rosari era una pratica quotidiana per le nostre nonne ma che ai nostri giorni ormai si è persa . Le nonnine che abbiamo in casa di riposo lo fanno ancora , tutte riunite in cerchio in una sala , tutte insieme....Un grande abbraccio . Mirtilla

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo, Mirtilla, si è persa, ma nulla ci vieta a riprenderla, come dicevo nel post è una preghiera che si può recitare ovunque e in ogni momento. A me, per esempio, accompagna mentre vado a scuola, oppure mentre svolgo i lavori di casa o prima di addormentarmi; insomma Maria raccoglie tutte queste nostre preghiere, ne fa un bel mazzo e lo presenta a suo figlio, ne sono sicura.
      Ciao carissima
      sinforosa

      Elimina
  4. Sai una cosa, mi vergogno a dirlo, ma io recito raramente il Rosario, e pensare che a chiedermi di recitarlo è stata più di una volta proprio la mia Michelle
    Quando rientra dal Catechismo o quando ne ha parlato con la maestra di religione...
    a volte mi limito a recitare le prime dieci Ave Maria
    è una vergogna lo so, quando nonna Maria era ancora in vita, tutte le sere lo recitava sentendolo su Radio MAria
    e io che mi trovavo in negozio al piano di sotto ogni tanto lo recitavo
    Noi abbiamo un pilone dedicato alla Madonna proprio sopra casa nostra, e quando sono le feste del Santuario la prima settimana di settembre, le vecchine e mio figlio si ritrovavano alle 20.30 a recitarlo
    io per colpa del lavoro arrivavo a casa tardi e dovevo cenare
    Non sono un bel esempio per i miei figli.
    <Pensa che quando stavo male le vecchine che abitavano vicino a me si sono trovate più di una volta dinanzi al pilone per pregare per me e accendevano un lumino
    il loro affetto mi arrivava da dietro i vetri, io dal mio letto le sentivo
    un gesto d'amore infinito che hanno dedicato a me
    ma stasera prima di metterci a letto prometto che reciterò con Miki almeno una decina di Ave Maria...
    ho tanto da imparare Baci VAleria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non vergognarti Valeria, come dicevo a Mirtilla basta incominciare a recitarlo, tanto più che te lo chiede persino tua figlia: che meraviglia!
      Il Signore ci mette accanto degli Angeli che ci ricordano cosa è veramente essenziale e la tua Miki è proprio quell'Angelo che il Signore ti ha messo accanto. Segui il suo consiglio. Il Rosario si può pregare ovunque e in qualsiasi momento, diventerà per te una compagnia di cui non potrai più farne a meno, credimi. Il Rosario è una preghiera potente.
      Ciao mia cara
      sinforosa

      Elimina

GRAZIE PER AVER LETTO QUESTO POST.
SE TI FA PIACERE COMMENTA, SUGGERISCI, CRITICA.
OGNI COMMENTO È BEN ACCETTO E ARRICCHISCE IL BLOG.

ULTIMI COMMENTI