La Rete

LA RETE DIGITALE PUÒ ESSERE UN LUOGO RICCO DI UMANITÀ, NON UNA RETE DI FILI MA DI PERSONE UMANE.
Papa Francesco

BENVENUTO

BENVENUTO E GRAZIE PER IL TEMPO CHE DEDICHI A QUESTO BLOG. MI FA DAVVERO PIACERE CHE TU SIA QUI CON TUTTE LE SCELTE POSSIBILI CHE INTERNET OFFRE OGGI. SENTITI LIBERO DI CONDIVIDERE E COMMENTARE. I TUOI COMMENTI ARRICCHIRANNO IL BLOG E CHIUNQUE PASSERÀ DI QUA. SE LO DESIDERI PUOI ANCHE SCRIVERMI UTILIZZANDO
Il Modulo di Contatto Blog O SCRIVENDO A
sinforosacastoro@gmail.com

AGORÁ

AGORÁ. È L'ANIMO CHE DEVI CAMBIARE NON IL CIELO SOTTO CUI VIVI. L.A.Seneca.

GRAZIE PER L'ATTENZIONE

sabato 26 dicembre 2015

Pettirosso alla culla di Gesù

Un piccolo uccellino era entrato nella stalla a Betlemme e decise di fermarsi; era così bella quella famiglia! E quel bambino! Oh, lui era davvero un bellissimo bambino.  La notte, mentre la famiglia dormiva, l'uccellino notò che il fuoco si stava spegnendo. Devo fare qualcosa, si disse, altrimenti il piccolo Gesù sentirà freddo. Così volò giù, verso le braci, e con il movimento delle sue piccole ali, tenne il fuoco vivo. Per tutta la notte andò avanti a sbattere le alucce, per tenere al caldo Gesù Bambino. 



Al mattino l'uccellino fu premiato con un bel petto tutto rosso, simbolo dell'amore per il neonate re.

sinforosa castoro

4 commenti:

  1. bellissima questa fiaba cara Sinforosa!
    Tanti auguri ed un abbraccio
    Maria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È una piccola favoletta che piace tanto ai bambini.
      Ciao ciao e buona continuazione
      sinforosa

      Elimina
  2. Bella storia, non la conoscevo :) buone feste

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In realtà è una favoletta conosciuta ai più. Sono contenta di averti raccontato una favoletta per te inedita.
      Ciao ciao e buona continuazione
      sinforosa

      Elimina

GRAZIE PER AVER LETTO QUESTO POST.
SE TI FA PIACERE COMMENTA, SUGGERISCI, CRITICA.
OGNI COMMENTO È BEN ACCETTO E ARRICCHISCE IL BLOG.

ULTIMI COMMENTI