La Rete

LA RETE DIGITALE PUÒ ESSERE UN LUOGO RICCO DI UMANITÀ, NON UNA RETE DI FILI MA DI PERSONE UMANE.
Papa Francesco

BENVENUTO

BENVENUTO E GRAZIE PER IL TEMPO CHE DEDICHI A QUESTO BLOG. MI FA DAVVERO PIACERE CHE TU SIA QUI CON TUTTE LE SCELTE POSSIBILI CHE INTERNET OFFRE OGGI. SENTITI LIBERO DI CONDIVIDERE E COMMENTARE. I TUOI COMMENTI ARRICCHIRANNO IL BLOG E CHIUNQUE PASSERÀ DI QUI. SE LO DESIDERI PUOI ANCHE SCRIVERMI UTILIZZANDO
Il Modulo di Contatto Blog o SCRIVENDOMI A QUESTO INDIRIZZO DI POSTA ELETTRONICA
sinforosacastoro@gmail.com

AGORÁ

AGORÁ. È L'ANIMO CHE DEVI CAMBIARE NON IL CIELO SOTTO CUI VIVI. L.A.Seneca.

GRAZIE DELL'ATTENZIONE

mercoledì 16 novembre 2016

Il troppo stroppia

Stiamo correndo verso il cuore del tempo, il Natale, la festa delle feste, soprattutto per i bambini che aspettano quei giorni per rinnovare i loro giocattoli. Purtroppo, oggigiorno è natale tutti i giorni per bambini pretenziosi e genitori consenzienti che non riescono a dire no alle impellenti richieste dei loro figli di avere un giocattolo nuovo al giorno. Non ci si rende conto che agendo in questo modo si toglie al bambino il piacere dell'attesa, del sognare, dell'immaginare. Attenzione, quindi, genitori, fate sì che i giocattoli siano pensati, sognati, immaginati dai vostri bambini, prima ancora che li abbiano fra le mani; solo così s'imprimeranno nella loro memoria e saranno ricordati come momenti indimenticabili di quella meravigliosa età che è l'infanzia e solo così avranno voglia di prendersene cura e comprenderanno che il voglio e il subito non devono andare insieme e che una cosa conquistata con attesa e fatica è davvero una cosa straordinaria. E allora rendete speciali le occasioni speciali: il compleanno, l'onomastico, una vacanza, il Natale, la Pasqua e non riempiteli di oggetti e oggetti, che alla fine non hanno più alcun significato, alcun valore. Il troppo stroppia, non dimentichiamolo. A  questo  proposito vi invito a leggere questa piccola Storia. Leggetela a loro, con loro, i vostri bimbi, e tirate fuori le loro impressioni e riflessioni. Scoprirete un mondo.




































sinforosa castoro


14 commenti:

  1. Il Natale si avvicina a grandi passi ...... tra pochissimo ci siamo !
    Grazie per avere partecipato al mio Link Party Sinforosa
    un saluto, buon pomeriggio, ottima settimana e migliore mese di Novembre :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te, Arwen.
      Buon pomeriggio
      sinforosa

      Elimina
  2. Sono d'accordissimo.
    Io stesso cerco di rendere speciali queste occasioni, magari comprandomi qualcosa di grande.
    Poi, è pur vero che per stare bene è giusto farsi un regalo al giorno... però piccolo, altrimenti se ne perde il senso e valore.

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bravo, concordo: un regalo al giorno che può essere per i bimbi fare i biscotti con mamma o papà o realizzare un qualcosa o leggere insieme una bella fiaba o...
      Insomma, farsi il regalo di trascorrere del bel tempo insieme, questo sempre.
      Ciao e grazie e buon pomeriggio, MikiMoz.
      sinforosa

      Elimina
  3. Sono pienamente d'accordo con te Sinforosa.
    Senza contare che bambini bisognerebbe lasciarne pochi per volta a disposizione in modo che gli altri siano di nuovo "nuovi", scusa il gioco di parole

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, anche a scuola facciamo così: per un certo tempo ne togliamo alcuni per poi ripresentarli in altre occasioni.
      Buona serata e grazie.
      sinforosa

      Elimina
  4. Sono pienamente d’accordo con te, la gioia e la meraviglia non esistono più proprio per questo motivo.
    I bambini… e diciamo anche gli adulti ormai non attendono più l’occasione di una festa per fare regali, vogliono tutto e subito.
    Comunque anche i panettoni si trovano in qualunque mese, pensa che quando sono tornata dalle vacanze, a fine agosto c’erano già nel supermercato, a me questo dà alquanto fastidio.
    La favola dell’orsacchiotto è molto carina e significativa, mi ha fatto venire in mente Toy Story, sei meravigliosa Sinforosa!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Betty, siamo sulla stessa lunghezza d'onda in molte cose. Anche il voler sempre anticipare le cose come se si vivesse sempre e solo proiettati in avanti, in questo modo si rischia di non vivere e godere del presente.
      Buona notte e grazie.
      sinforosa

      Elimina
  5. Ottimi consigli che non si seguono più..i bambini guardano , pretendono, vogliono, e poi il Natale diventa una sorta di consumismo generale...
    Purtroppo questa è la nostra era e pochi sono i bambini che accolgono le sorprese ..
    Ora ci sono le lise come i matrimoni...
    Buona notte dolce amica mia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Nella, che tristezza! Facciamo in modo di riscoprire le cose che valgono davvero.
      Buona notte e grazie.
      sinforosa

      Elimina
  6. E soprattutto si annulla il tempo e temo anche "il ricordare", alla lunga -_- Tutto troppo in fretta, subito... come avete detto il primo effetto è cancellare la pazienza, l'attesa, l'immaginazione nei bambini. Si crede di renderli felici (o magari è consolatorio per i genitori che non hanno tempo...) invece si creano danni seri.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo in tutto cara Glò. Questi poveri bambini si ritroveranno adulti con ricordi confusi e insignificanti.
      Buona serata
      sinforosa

      Elimina
  7. Cara Sinforosa ti racconto cosa è accaduto ieri sera
    Compleanno di mio nipote B., 11 anni...io sono la madrina...
    Il giorno precedente ero stata con Miki in un negozio di giocattoli e dopo lungo girovagare Miki aveva adocchiato una scatolina di Lego...camion dei pompieri...abbiamo pensato a lui...un gioco semplice, creativo, divertente € 17.00...è così ieri sera glielo abbiamo dato...lui lo scarta, felice lo tiene in mano per cinque minuti e poi lo lascia sul divano...e corre a scartare un pacco enorme che gli aveva portato suo padrino (una vera cassaforte con tanto di codice per aprirla, con dentro €100.00) lui l'ha guardata, l'ha aperta ,a preso i soldi e basta, neanche un grazie ed è corso a giocare ai videogiochi...
    Il camion dei pompieri l'hanno montato Miki e il cuginetto più piccolo il fratellino di B.
    Ora cosa dovrei pensare di mio nipote B.?
    Ma cosa dovrei pensare del padrino, che lo voleva stupire con qualcosa di grande e costoso?
    E cosa dovrei pensare di mia sorella che è stata zitta?e del insegnamento che da a mio nipotino?
    ciao valeria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh... ci vuole pazienza e magari tu che sei la sorella della mamma ruscire a farle comprendere ciò che davvero conta. Non è facile, lo so, tuttavia io se fossi in te ci proverei. Farei riflettere mia sorella sulle reazioni del figlio in quell'occasione e, chissà, magari...
      Ciao e buona serata, Valeria.
      sinforosa

      Elimina

COMMENTI, SUGGERIMENTI, CRITICHE SONO BEN ACCETTI IN QUESTO BLOG.

ULTIMI COMMENTI