La Rete

LA RETE DIGITALE PUÒ ESSERE UN LUOGO RICCO DI UMANITÀ, NON UNA RETE DI FILI MA DI PERSONE UMANE.
Papa Francesco

BENVENUTO

BENVENUTO E GRAZIE PER IL TEMPO CHE DEDICHI A QUESTO BLOG. MI FA DAVVERO PIACERE CHE TU SIA QUI CON TUTTE LE SCELTE POSSIBILI CHE INTERNET OFFRE OGGI. SENTITI LIBERO DI CONDIVIDERE E COMMENTARE. I TUOI COMMENTI ARRICCHIRANNO IL BLOG E CHIUNQUE PASSERÀ DI QUI. SE LO DESIDERI PUOI ANCHE SCRIVERMI UTILIZZANDO
Il Modulo di Contatto Blog O SCRIVENDO A
sinforosacastoro@gmail.com

AGORÁ

AGORÁ. È L'ANIMO CHE DEVI CAMBIARE NON IL CIELO SOTTO CUI VIVI. L.A.Seneca.

GRAZIE PER L'ATTENZIONE

venerdì 22 maggio 2020

Perrault

Vai al Post precedente

Nasce a Parigi il  12 gennaio 1628 da una famiglia alto-borghese vicina alla Corte di Francia; il padre era un avvocato e il fratello un medico e architetto (si deve a lui la facciata del museo del Louvre). Charles, che aveva anche un fratello gemello ma che morì all'età di sei mesi, studiò legge, prese parte alla creazione dell'Accademia delle Scienze e all'Accademia della Pittura. Nel 1663 fu nominato segretario a vita dell' Académie des Inscriptions et Belles-Lettrese prese parte alle diatribe sulle letterature antiche e attuali dell'epoca. All'età di cinquantadue anni , 1680, pubblicò il volume Racconti e storie del passato con una morale, con sottotitolo I Racconti di mamma Oca scritto a nome del figlio con l'intento di ridargli una reputazione dopo che era stato in carcere a seguito di una rissa. Il libro ebbe un successo che sconfinò gli ambienti letterari, dando, di fatto, inizio a un nuovo modo di fare letteratura. Riscrisse in chiave moderna alcune delle famose fiabe tradizionali rendendole molto popolari nel mondo, tra queste anche fiabe dell'italiano Gianbattista Basile (Giuliano in Campania 15 febbraio 1566 - Giuliano in Campania 23 febbraio 1632)  che fu un letterato, scrittore di epoca barocca e fu il primo a utilizzare la fiaba come forma di espressione letterale; fra le sue fiabe, riscritte da Perrault, si ricorda Cenerentola, La bella addormentata nel bosco e Il gatto sapiente. Di Perrault ricordiamo alcune delle sue più famose fiabe: 

  • Cappuccetto Rosso
  • Barbablù
  • Pelle d'Asino
  • Pollicino
Perrault morì a Parigi il 16 maggio 1703. 












sinforosa castoro
Vai al Post seguente

32 commenti:

  1. Cappuccetto Rosso, Pollicino e Cenerentola: non si può chiedere di più!

    RispondiElimina
  2. ogni tot anni nasce un genio ... non c'è niente da fare... piccoli miracoli

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quest’anno ricorre il centenario della nascita di Rodari, un altro Maestro. Buona giornata e grazie.
      sinforosa

      Elimina
  3. bellissime le favole ed i racconti di questo autore, hai fatto bene a dedicargli un post per ricordarlo! ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nella breve storia della “favolafiaba” non poteva mancare. Ciao Fiore, buona giornata.
      sinforosa

      Elimina
  4. Certo che Perrault era abbastanza crudele in alcune espressioni delle sue fiabe: Barbablù è terrificante! Un grande autore comunque.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ... E pensa che un giorno una bimba è arrivata a scuola con il dvd di Barbablù corredato di libro. Io sono rimasta di stucco ma lei ha insistito perché la raccontassi agli amichetti.
      Io alla fine l’ho raccontata a modo mio sorvolando sui tratti da film dell’orrore, lei mi correggeva e i suoi amici mi hanno detto “maestra tu non la sai bene come Arianna”.
      I bambini!
      Ciao Sfinge, buona giornata e grazie per essere qui.
      sinforosa

      Elimina
  5. Da bambina, amavo molto le fiabe e avevo molti libri di fiabe; erano il mio premio, quando facevo qualche cosa di buono (un bel voto a scuola, andare dal dottore senza far storie, ecc..), oppure erano il regalino per quando ero ammalata. Ciao Sinfo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ne conservo ancora di quei libri, ormai vecchissimi, e guardandoli ancor oggi mi regalano le stesse emozioni di quando ero piccola. Buona giornata Mirtillo.
      sinforosa

      Elimina
  6. Bellissimo post, grazie Sinforosa!

    RispondiElimina
  7. Cara Sinforosa, certo che tu sei preparata in tutto, io purtroppo, no.
    Ciao e buona serata con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma cosa dici, sono solo sintesi di una vita molto più complessa, ma non voglio stancare con post troppo prolissi e allora stringo, stringo, stringo. Ciao Tomaso, buona fine di settimana.
      sinforosa

      Elimina
  8. Come mi piaceva "Il gatto con gli stivali", da piccola avevo un disco della favola che ascoltavo e riascoltavo... prima di imparare a leggere!
    Franca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono fiabe indimenticabili e una volta c’erano i 45 giri per ascoltarle, io ne ho ancora. Ciao Franca, grazie e buona fine di settimana.
      sinforosa

      Elimina
  9. Ho un libro con le sue più belle fiabe. Peccato che sia più noto lui che il nostro Basile.

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione, se si pensa che molte di queste fiabe che tutti conosciamo hanno preso spunto dalle sue. Grande Basile. Ciao Miki. Buona fine di settimana.
      sinforosa

      Elimina
  10. Amo raccontare favole a Greta...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei un gran papà. Ciao Ernest, buon sabato e un bacetto a Greta.
      sinforosa

      Elimina
  11. Благодарю,Sinforosa, за Ваш пост. Российские читатели хорошо знают сказки Ш. Перро. И это подтверждает мой пост "Сказки на все времена" http://bibl-140.blogspot.com/2013/01/blog-post_12.html
    Там есть и викторина, в которой участвовали школьники нашей гимназии.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Этот короткий пост является частью серии постов, всегда очень коротких, чтобы не утомлять читателя рассказом о сказке.
      Перро является одним из таких сказочных авторов, известных в нашей части мира.
      Я пойду читать твой пост. Спасибо за внимание и хороших выходных.
      sinforosa

      Elimina
  12. Кому интересно, можно также почитать мой пост "Мораль в сказках Шарля Перро" http://serdzerasum.blogspot.com/2018/01/blog-post_11.html

    RispondiElimina
  13. Children all over the world know his fairy tales! Thank you, Annamaria!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Let's say that the children of "our part of the world" know them, everyone. Hi Irina, happy Saturday.
      sinforosa

      Elimina
  14. fiabe indimenticabili che non tramontano mai, superano il tempo e accompagnano generazioni di piccini… e adulti *_*

    buon fine settimana :))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai detto bene Angela, sono le fiabe che si tramandano di generazione in generazione, sono eterna. Buona continuazione di giornata.
      sinforosa

      Elimina
  15. un post muy completo, gracias, me ha gustado

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gracias por apreciarlo, feliz sábado y feliz domingo :)
      sinforosa

      Elimina
  16. WOW! Thank you for helpful post!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Thanks, I'm glad you liked it. Have a good weekend :)
      sinforosa

      Elimina

GRAZIE PER AVER LETTO QUESTO POST.

OGNI COMMENTO È UN REGALO E ARRICCHISCE IL BLOG

AVVISO
* Pur sapendo che è limitativo e me ne dispiace, per preservare i Lettori da commenti offensivi da parte di eventuali Blogger non educati e irrispettosi (come è successo, purtroppo), i commenti sono in moderazione e pubblicati il prima possibile.

*La RESPONSABILITÀ del commento è sempre dell'AUTORE.

* Devi essere consapevole che il TUO username resterà inserito nella pagina web e sarà cliccabile e che potrà rimandare al TUO Profilo di Blogger
POLICY PRIVACY

* Il Blog segue la BLOGTIQUETTE (qui sotto)
https://it.wikipedia.org/wiki/Blogtiquette

AIUTIAMO I BAMBINI DEL KOSOVO

ULTIMI COMMENTI

ARCHIVIO

CERCA NEL BLOG

RUBRICHE

PRELEVA E REGALA

PRELEVA E REGALA

PRELEVA E REGALA

PRELEVA E REGALA

PRELEVA E REGALA