La Rete

LA RETE DIGITALE PUÒ ESSERE UN LUOGO RICCO DI UMANITÀ, NON UNA RETE DI FILI MA DI PERSONE UMANE.
Papa Francesco

BENVENUTO

BENVENUTO E GRAZIE PER IL TEMPO CHE DEDICHI A QUESTO BLOG. MI FA DAVVERO PIACERE CHE TU SIA QUI CON TUTTE LE SCELTE POSSIBILI CHE INTERNET OFFRE OGGI. SENTITI LIBERO DI CONDIVIDERE E COMMENTARE. I TUOI COMMENTI ARRICCHIRANNO IL BLOG E CHIUNQUE PASSERÀ DI QUA. SE LO DESIDERI PUOI ANCHE SCRIVERMI UTILIZZANDO
Il Modulo di Contatto Blog O SCRIVENDO A
sinforosacastoro@gmail.com

AGORÁ

AGORÁ. È L'ANIMO CHE DEVI CAMBIARE NON IL CIELO SOTTO CUI VIVI. L.A.Seneca.

GRAZIE PER L'ATTENZIONE

sabato 7 novembre 2015

Aquila e avvoltoio

Aquila
L'aquila, che volava là dove gli uomini non potevano arrivare, era vista come la regina del cielo, colei che abitava insieme agli dei, compagna di Zeus, il sommo dio ed è là che trasportava gli eletti. Nei proverbi biblici si ricorda che  "... il suo sentiero è nell'aria" e Isaia invita "... quanti sperano nel Signore mettono ali come di aquila, corrono senza affannarsi, camminano senza stancarsi". L'aquila è simbolo di forza, di resistenza. Veleggiando, sostenuta dalle correnti ascensionali, con le sue ali ferme come appoggiate sulla massa di aria calda che risale, è padrona del cielo. Con la sua vista acuta scruta i movimenti delle prede e si gode il panorama sottostante.

Avvoltoio
L'avvoltoio è lo spazzino del cielo, è nominato da Ezechiele e da Giobbe "... dove si trovano cadaveri, là si trova". Anche Luca nel suo Vangelo lo nomina "dove sarà il cadavere là si raduneranno anche gli avvoltoi". L'avvoltoio è qui simbolo della folla di persone che si riuniscono attorno al Signore della Vita, a Gesù, che nella metafora è il cadavere.Perché questo paragone? È così forte la fame che spinge l'avvoltoio sulla carogna come l'attrazione che la gente ha per la vita, l'amore e Dio.


sinforosa castoro

4 commenti:

  1. ... e molto altro ancora... hai proprio ragione, brava!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione, molto altro. Queste sono proprio noticine piccole, piccole.
      Grazie mille
      sinforosa

      Elimina
  2. a me l'avvoltoio ha sempre fatto paura, come se fosse l'uccello della morte, come se si volesse accanire su esseri ormai morti
    lo vedevo come un ripulitore del corpo
    il corpo dopo la morte è solo più un involucro vuoto
    quello che conta è l'anima... quella arriva al Signore...
    grazie per queste riflessioni sugli animali, domani li farò leggere anche a Miki, lei è molto curiosa
    un bacio VAleria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa piacere che queste piccole conoscenze interessino tanto.
      Salutami Miki.
      Ciao ciao
      sinforosa

      Elimina

GRAZIE PER AVER LETTO QUESTO POST.
SE TI FA PIACERE COMMENTA, SUGGERISCI, CRITICA.
OGNI COMMENTO È BEN ACCETTO E ARRICCHISCE IL BLOG.

ULTIMI COMMENTI