La Rete

LA RETE DIGITALE PUÒ ESSERE UN LUOGO RICCO DI UMANITÀ, NON UNA RETE DI FILI MA DI PERSONE UMANE.
Papa Francesco

BENVENUTO

BENVENUTO E GRAZIE PER IL TEMPO CHE DEDICHI A QUESTO BLOG. MI FA DAVVERO PIACERE CHE TU SIA QUI CON TUTTE LE SCELTE POSSIBILI CHE INTERNET OFFRE OGGI. SENTITI LIBERO DI CONDIVIDERE E COMMENTARE. I TUOI COMMENTI ARRICCHIRANNO IL BLOG E CHIUNQUE PASSERÀ DI QUI. SE LO DESIDERI PUOI ANCHE SCRIVERMI UTILIZZANDO
Il Modulo di Contatto Blog O SCRIVENDO A
sinforosacastoro@gmail.com

AGORÁ

AGORÁ. È L'ANIMO CHE DEVI CAMBIARE NON IL CIELO SOTTO CUI VIVI. L.A.Seneca.

GRAZIE PER L'ATTENZIONE

giovedì 18 gennaio 2018

Regola delle 5 W ai bambini della scuola dell’infanzia

Dopo aver raccontato la storia e averla  fatta drammatizzare (più e più volte per dare la possibilità a tutti i bambini che lo desideravano di interpretare i vari personaggi), dopo aver dato la possibilità di rappresentarla graficamente, ora analizziamola attraverso le 5 W e più precisamente attraverso le cinque domande-guida (chiamate appunto 5 W da Who? What? When? Where? Whi?) per abituare i bambini a una buona formazione del discorso. Lo so sono piccoli, ma è necessario promuovere fin da piccoli una buona capacità di espressione verbale e di analisi di una storia. E quindi alle domande: Chi? Che cosa? Quando? Dove? Perché? I bambini hanno risposto non certo attraverso le parole scritte (segni), bensì attraverso parole verbali e disegni (simboli).
  • Bambini, questa storia di chi parla? "Di un uccellino che non è andato via con i suoi amici quando era autunno".
  • Che cosa è successo, allora? "Era triste perché non aveva più gli amici". "Piangeva perché era da solo... ". "...Aveva anche fame, perché non c'erano più le briciole per terra".
  • Quando è successo tutto questo? "Quando c'era freddo...". "Quando c'era tutta la neve e era inverno".
  • E dove si trovava l'uccellino, in questa storia? "Ma in città, no? Dove ci sono tutti i palazzi... ". "Anch'io, quando ero piccolo, ho fatto il pupazzo, con mio papà...".
  • E perché è successo tutto quello che è successo? "Perché l'uccellino era da solo...".  "... E piangeva e poi il pupazzo ci ha detto vieni qui... e sono diventati amici e poi non piangeva più". "E poi mangiava la sua carota, anche, quella che i bambini le mettono, quella del naso del pupazzo".


sinforosa castoro                                                

18 commenti:

  1. Cara Sinforosa, intanto che insegni ai bambini, si impara molto!
    Ciao e buona serata con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Tomaso, c’è così tanto da imparare che non basta una vita, basta avere voglia e un pizzico di curiosità. Buona serata e grazie per essere passato.
      sinforosa

      Elimina
  2. Ciao Sinforosa, ma queste domande guida vengono presentate ai bambini come " analisi delle 5 W "? E'una curiosità.
    Buona serata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo, a loro non viene certamente spiegato il significato delle cinque domande, tuttavia è necessario abituarli a porsi delle domande, a dialogare, a saper “riassumere” una fiaba, un racconto. Se tutto va come dovrebbe, riescono a farlo a cinque anni, alcuni, assai desiderosi di esprimersi, anche a quattro o addirittura a tre anni. Ci si siede in cerchio e chiedo chi vuole raccontare e ti assicuro che molti non vedono l’ora. A quel punto è necessario correggere eventuali parole o espressioni errate, ma è altresì necessario spronare a non temere di esporsi nel grande gruppo. Buona serata, Sciarada, e grazie per essere passata.
      sinforosa

      Elimina
    2. Era l'impronta inglese che mi incuriosiva.
      Ha ragione Gus, si percepisce tutta la passione che metti nel tuo lavoro, complimenti e grazie a te.

      Elimina
    3. Grazie Sciarada.
      sinforosa

      Elimina
  3. Risposte
    1. Ma grazie mille a te. Buona serata e grazie per essere passata.
      sinforosa

      Elimina
  4. Fai il tuo lavoro con molta passione. E' bello.
    Ciao Sinforosa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, è un lavoro appassionante, anche perché hai libertà di reinventarti tutti i giorni. Grazie, Gus, e buona serata.
      sinforosa

      Elimina
  5. Il tuo amore per l'insegnamento da speranza alla la tua categoria che ultimamente è molto "chiaccherata" 😊

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Anna, ma ti assicuro che in tanti anni di insegnamento ho sempre incontrato maestre capaci, attente ai bambini, alla loro educazione, alla loro crescita, insomma bravissime insegnanti. Grazie per essere passata e buona serata.
      sinforosa

      Elimina
  6. Sicuramente ci metti una grande passione.
    Serena notte.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Cavaliere, in realtà nella scuola sono i bambini il motore che fa muovere il tutto, anche la creatività delle maestre. Buona serata e grazie per essere passato.
      sinforosa

      Elimina
  7. Grazie Sinforosa per il lavoro che fai e soprattutto con quanto amore lo svolgi!
    Ciao e buona giornata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, ma ripeto anche a te che come me, e molto meglio di me, ce ne sono tantissime di maestre che sanno fare bene, benissimo, il loro lavoro. Grazie per essere passata e buona giornata.
      sinforosa

      Elimina
  8. Che bello!!! Anche io le ho studiate alle elementari, ma le tue regole sono più belle :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Sugar, le mie stanno proprio alla base, alla portata di tutti, persino dei piccoli dell’infanzia. Buon pomeriggio e grazie per essere passata.
      sinforosa

      Elimina

GRAZIE PER AVER LETTO QUESTO POST.

OGNI COMMENTO È BEN ACCETTO E ARRICCHISCE IL BLOG, PURCHÉ SIA RISPETTOSO.
LEGGE SULLA DIFFAMAZIONE: art. 595, comma 3, del codice penale (qui sotto)
https://www.wired.it/internet/regole/2017/05/23/diffamazione-la-responsabilita-penale-del-gestore-un-blog/?refresh_ce=

AVVISO
* Se commenti su questo blog devi essere loggato con Google.

* Pur sapendo che è limitativo e me ne dispiace, per preservare i Lettori i commenti sono in moderazione e pubblicati il prima possibile.

* Come detto, poiché il RISPETTO viene prima di tutto, non sono pubblicati commenti a scopo di "pettegolezzo", offensivi, intolleranti verso chicchessia.

*La RESPONSABILITÀ del commento è sempre dell'AUTORE.

* Devi essere consapevole che il TUO username resterà inserito nella pagina web e sarà cliccabile e che potrà rimandare al TUO Profilo di Blogger o a quello di Google+
POLICY PRIVACY

* Il Blog segue la BLOGTIQUETTE (qui sotto)
https://it.wikipedia.org/wiki/Blogtiquette

ULTIMI COMMENTI

ARCHIVIO

CERCA NEL BLOG

RUBRICHE

PRELEVA E REGALA

PRELEVA E REGALA

PRELEVA E REGALA

PRELEVA E REGALA

PRELEVA E REGALA